torna su
29/03/2020
29/03/2020

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

A Roma schierati 250 agenti al giorno contro spaccio

Lamorgese,arrivo 550 uomini nel 2020. Raggi: Osservatorio legalità

Avatar
di Redazione | 2019-11-16 16/11/2019 ore 19:35

Duecentocinquanta agenti delle forze dell’ordine in campo ogni giorno per combattere lo spaccio a Roma.

Una task force in 28 zone ‘calde’ per contrastare il fenomeno in aumento in città.

Il piano è stato annunciato  dal ministro dell’Interno Luciana Lamorgese che ha partecipato alla riunione del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza convocata in prefettura dopo i recenti fatti di cronaca che hanno riguardato la Capitale, e in particolare i roghi nei locali a Centocelle. “Abbiamo individuato 20 piazze di spaccio e 8 aree in centro di Roma dove si associa la movida” ha spiegato il ministro nel corso di una conferenza stampa. “In queste zone ci sarà una task force – ha aggiunto – e vedrà all’opera 250 operatori al giorno dedicati al fenomeno dello spaccio”.

Il piano entrerà nel vivo già lunedì e si partirà proprio dal quadrante est della città. “Noi diamo una risposta concreta, significativa e immediata”, ha sottolineato il ministro annunciando, inoltre, l’arrivo “nel corso del 2020” di “550 agenti delle forze dell’ordine a Roma”.

Dalla riunione del Comitato emerge un calo dei reati nella Capitale (-6,2%) ma anche l’aumento dei reati legati allo spaccio in alcuni quartieri. “Gli ultimi episodi hanno segnalato un preoccupante aumento in alcuni Municipi dei reati di spaccio, come il II. A Tor Bella Monaca invece il dato è +63%”, ha aggiunto il ministro sottolineando poi che “le piazze di spaccio agiscono con metodi mafiosi”.

Per Lamorgese, bisogna tenere conto della percezione della sicurezza: “il cittadino deve sentirsi sicuro e noi dobbiamo garantire questa sicurezza”.

Mentre la sindaca Virginia Raggi ha annunciato la nascita dell’Osservatorio permanente per la legalità. “La risposta non sarà solo securitaria ma anche di presidio socioculturale – ha detto la sindaca -. Per questo nascerà l’Osservatorio permanente per la legalità, una cabina di regia di ascolto delle associazioni e dei cittadini”. E a Centocelle ha assicurato che non ci sarà una “militarizzazione del territorio perché non lo vogliamo noi, nè gli abitanti”. “È un territorio di persone oneste e noi siamo con loro” ha sottolineato. La Regione Lazio, che è stata rappresentata alla riunione dal vicepresidente Daniele Leodori, entro dicembre approverà una norma che prevede l’istituzione di un fondo da circa un milione di euro a beneficio di imprese del territorio regionale vittime di atti intimidatori. Hanno partecipato alla riunione del Comitato provinciale per la sicurezza anche il capo della Polizia, Franco Gabrielli, il procuratore facente funzioni di Roma, Michele Prestipino, il prefetto di Roma, Gerarda Pantalone, il Questore di Roma, Carmine Esposito, il Comandante provinciale dell’Arma dei Carabinieri, Francesco Gargaro, il comandante provinciale della Gdf di Roma, Paolo Compagnone e il comandante generale della Polizia locale di Roma, Antonio di Maggio.

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
22479 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014