torna su
29/09/2020
29/09/2020

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Lombardi, “il 15 febbraio in piazza contro vitalizi”

Il 20 febbraio al Senato si riunisce la commissione contenziosa chiamata a pronunciarsi sul ricorso fatto da 700 ex parlamentari

Avatar
di Redazione | 2020-02-5 5/02/2020 ore 11:37

Roberta Lombardi nella sede del quartier generale del Movimento 5 Stelle, Roma, 25 febbraio 2013.Saranno Vito Crimi e Roberta Lombardi i parlamentari del M5S indicato per il 'primo turno' come capigruppo del M5S alla Camera e al Senato. E' stato annunciato in occasione della riunione a Roma all'hotel Universo dei neoeletti M5S. ANSA/MASSIMO PERCOSSI

“Il 15 febbraio sarò in piazza per dire mai più vitalizi!”. Lo scrive tutto in maiuscolo su Facebook la capogruppo in Regione Lazio del M5s Roberta Lombardi.

La consigliera penstastellata poi ricorda: “Era il 4 aprile del 2013 quando da portavoce MoVimento 5 stelle in Parlamento ho depositato alla Camera una proposta di legge a mia prima firma per il taglio degli stipendi e l’eliminazione dei vitalizi dei parlamentari: da allora molte sono state le battaglie che abbiamo dovuto affrontare dentro e fuori le istituzioni per quello che è stato bollato come un irrealistico provvedimento anti-casta e anti-sistema che molti pensavano, o speravano, naufragasse in una semplice proposta di bandiera su cui far caciara senza poi approdare di fatto sui tavoli decisionali. E invece avevano fatto male i conti: siamo andati al Governo e abbiamo fatto approvare l’abolizione dei vitalizi, sia alla Camera che al Senato, anche per i parlamentari eletti prima del 2013. Nulla di glorioso ma un semplice atto di civiltà in un Paese dove una persona ‘normale’ arriva a versare fino altre 40 anni di contributi per poter accedere alla pensione”.

“Ma con i privilegi – prosegue Lombardi – si sa che c’è sempre il rischio della Restaurazione: li cacci dalla porta e provano a rientrare dalla finestra. Ed è quello che potrebbe accadere il prossimo 20 febbraio al Senato con la sentenza della commissione contenziosa chiamata a pronunciarsi sul ricorso fatto da 700 ex parlamentari che rivogliono i vitalizi per un totale di 22 milioni di euro complessivi che invece potrebbero essere reinvestiti in servizi pubblici per i cittadini: asili nido, trasporti pubblici, prestazioni sanitarie. Una sentenza già scritta secondo alcune indiscrezioni, ma anche secondo il lampante conflitto d’interessi che la caratterizza, visto che a far parte della Commissione di Palazzo Madama sono senatori eletti prima del 2013 e quindi che hanno, letteralmente, tutto l’interesse a reintrodurre il (proprio) vitalizio”.

“Ed è proprio – conclude la consigliera regionale – per evitare questo scempio che sabato prossimo, 15 febbraio, dovremo essere numerosi in piazza davanti al Senato per dire insieme mai più vitalizi”

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
23766 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014