torna su
29/09/2020
29/09/2020

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Ostia, analisi gratis per amici: al Grassi 141 denunciati

Si tratta di alcuni medici e paramedici che, senza rispettare le liste di attesa, facevano visitare amici e parenti

Avatar
di Redazione | 2020-02-21 21/02/2020 ore 9:39

Analisi cliniche gratis, senza rispettare le liste di attesa, per amici e parenti di alcuni dipendenti dell’ospedale di Ostia. Sono 141 le persone denunciate dalla guardia di Finanza del comando provinciale di Roma, tra medici e paramedici, tutti dipendenti del “Grassi” di Lido di Ostia. Dovranno rispondere di truffa aggravata ai danni del Servizio sanitario nazionale. L’indagine svolta dal 6° Nucleo Operativo Metropolitano di Roma, diretta e coordinata dalla procura della Repubblica capitolina, è stata innescata da una denuncia presentata nel novembre del 2017, nei confronti di un’infermiera del reparto di chirurgia, estendendosi a “macchia d’olio” in tutto il nosocomio.

 

 

I militari hanno ricostruito, attraverso l’esame dei tabulati delle prestazioni erogate e dopo aver ascoltato testimoni, la rete di artefici e beneficiari della truffa che oltre a danneggiare il Servizio sanitario nazionale, ha danneggiato gli altri utenti che erano nelle liste di attesa per svolgere gli esami loro prescritti. La pratica fraudolenta era semplice quanto diffusa: la persona bisognosa di una prestazione si rivolgeva a uno dei sanitari compiacenti che, grazie alla password personale per l’accesso al sistema informativo dell’ospedale, scavalcava la fila. Eseguito l’esame, lo stesso operatore fraudolento otteneva il referto, che provvedevano a consegnare al beneficiario, evitando così il pagamento del ticket alla regione Lazio.

A usufruire della “corsia preferenziale” 523 tra parenti e amici dei medici ed infermieri, questi ultimi a loro volta beneficiari dell’illecito sistema. Oltre a dover rispondere all’autorità giudiziaria ordinaria del reato di truffa aggravata ai danni del Servizio sanitario nazionale, gli indagati dovranno vedersela con la Corte dei conti per il danno cagionato all’erario.

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
23766 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014