torna su
01/10/2020
01/10/2020

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Arriva un diplomatico al Campidoglio

Si tratta di Luca Trifone, gestirà i rapporti internazionali per il Comune. Intanto scoppia la polemica sul bando per il nuovo capo dell’ufficio stampa del Campidoglio

Avatar
di Redazione | 2020-03-4 4/03/2020 ore 12:00

Campidoglio

In Campidoglio arriva un diplomatico. Si tratta di Luca Trifone che – come scrive oggi il dorso locale del Corsera – dalla Farnesina andrà alla Direzione relazioni interistituzionali e internazionali di Palazzo Senatorio. Trifone, 51 anni – in passato capo dell’ufficio commerciale dell’ambasciata italiana a Pechino e console a Stoccarda – si occuperà di gestire i rapporti diplomatici per il Comune.

Prima di lui, l’incarico era stato affidato a tempo determinato a Maria Rosaria Pacelli. La dirigente è intanto passata alla Direzione disciplina e tutela del lavoro, e dovrà lasciare a breve un’altra posizione ricoperta a tempo, quella di capo ufficio stampa del Comune. E’ stato infatti indetta una selezione – con scadenza il 23 marzo – per individuare all’esterno un giornalista professionista che coordini le attività di comunicazione istituzionale.Potranno inviare la propria candidatura esclusivamente i giornalisti professionisti o pubblicisti iscritti al relativo albo professionale, che abbiano una “comprovata esperienza nel settore della comunicazione”.

Polemica su selezione capo ufficio stampa del Comune

Ancora non è terminato il periodo per la presentazione delle domande, ma la polemica è già esplosa. Le opposizioni denunciano la durata triennale del contratto, superiore al tempo rimasto alla sindaca Virginia Raggi e alla sua giunta alla guida del Campidoglio. Tra tre anni, infatti, saranno cambiate la composizione della giunta e dell’Assemblea capitolina. “La normativa – attacca il consigliere del Pd Giovanni Zannola – lega espressamente la durata degli incarichi a quella del mandato del sindaco e questi rapporti si risolvono automaticamente con la cessazione del mandato, indipendentemente dalle cause che l’hanno determinata”. Zannola ricorda che: “Questa clausola dovrebbe peraltro essere sempre inserita nei contratti per questo genere di incarichi”. Per questa ragione il consigliere dem chiede “l’annullamento dell’avviso pubblico”.

Il documento prevede comunque ulteriori requisiti per la validità della candidature: il possesso di una laurea magistrale o specialistica e titoli che dimostrino “l’esperienza professionale” prevista dalla legge per l’accesso a incarichi dirigenziali. Per dimostrarla deve essere rispettata almeno una tra le seguenti condizioni: aver maturato un’esperienza quinquennale in ruoli dirigenziali in enti pubblici o privati; aver maturato un’esperienza quinquennale in ruoli funzionali che possono accedere alla dirigenza e al contempo il possesso di un master universitario e/o di un dottorato; infine, provenire dai settori della ricerca, della docenza universitaria, delle magistrature e dei ruoli degli avvocati e procuratori dello Stato”.

 

 

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
23774 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014