torna su
21/09/2020
21/09/2020

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Roma, test sierologici negli studi privati

La sanità pubblica non ce la fa a rincorrere il Covid e passa la mano agli studi privati per i test sierologici. Incertezze e Tariffe variabili

Avatar
di Redazione | 2020-04-9 9/04/2020 ore 13:10
 

Da quello che riporta il Messaggero a Roma partano i test sierologici disponibili negli studi privati.

A vederlo da una certa angolazione, è un fenomeno che rischia di rompere il fronte nella lotta per il contenimento del Covid-19.

Da giorni in tutta la Capitale si stanno diffondendo i laboratori privati di analisi cliniche – ma accreditati con il Servizio sanitario regionale e nazionale – che effettuano test sierologici a pagamento per rinvenire, attraverso l’esame del sangue, e il conteggio delle immunoglobuline (IgG e IgM) la presenza o meno del Sars-Cov-2.

C’è un via libera ufficiale da parte della Regione Lazio? No. Di più.

Il ministero della Salute tramite la circolare 11715 del 3 aprile scorso ha chiaramente scritto: «Secondo l’Organizzazione mondiale della Sanità sebbene l’impiego di kit commerciali di diagnosi rapida virologica sia auspicabile e rappresenti un’esigenza in situazioni di emergenza come quella attuale, gli approcci diagnostici al momento tecnicamente più vantaggiosi, attendibili e disponibili rimangono quelli basati sul rilevamento del virus in secrezioni respiratorie attraverso metodi di RT-PCR». Ovvero del tampone naso-gola.

Nessun divieto certo, è stato espressamente decretato per i laboratori privati ma al contempo si è precisato come i test sierologici non diano al momento alcuna certezza.

Eppure le strutture lavorano e incassano. Perché questi test vengono fatti a pagamento senza che ci sia un tariffario univoco. Da 40 fino a 120 euro se il prelievo viene fatto a casa da un infermiere.

Certezze e affidabilità a parte questo è una ulteriore “defezione” della sanità pubblica che crea un nuovo varco nel quale si inserisce l’assistenza privata che, molte volte è inadeguata e “ingannevole”. (ndr. A.R.)

 

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
23707 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014