torna su
06/03/2021
06/03/2021

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Influenza: nel Lazio mancano dosi, arriva il vaccino spray

Ma non si usa sotto i due anni. E i pediatri denunciano: “Non potremo fare la dose di richiamo ai più piccoli”

Avatar
di Redazione | 2020-12-7 7/12/2020 ore 11:10

(immagine di repertorio)

“È caos più totale sul fronte del vaccino antinfluenzale nel Lazio: le settantamila nuove dosi di Vaxigrip Tetra, che stavamo aspettando, non saranno consegnate alle Asl della nostra Regione. Il ministero della Salute metterà a disposizione un diverso vaccino tetravalente in forma di spray nasale, in sostituzione del farmaco già somministrato in prima dose ai nostri piccoli pazienti, a cui non potremo fornire la dose di richiamo prevista”. Lo dichiarano, in una nota, i medici della Confederazione italiana dei pediatri, Cipe del Lazio.

“Stando alla scheda tecnica, lo spray in questione (Fluenz Tetra) è fortemente sconsigliato nei soggetti che soffrono di asma grave o di allergia all’uovo. Inoltre, chi viene vaccinato con lo spray potrebbero trasmettere i virus, per una o due settimane dopo la somministrazione, agli immunodepressi. A queste grandissime criticità – proseguono i pediatri – si aggiunge che il Fluenz Tetra non è somministrabile ai bimbi dai 6 ai 24 mesi, agli stessi immunodepressi di tutte le età e alle donne in gravidanza: per tutti costoro, ad oggi, non c’è un vaccino alternativo”.

“Siamo in una situazione di stallo e di grande preoccupazione – aggiungono i pediatri del Lazio – con la pandemia dovuta al Covid-19 in corso, la vaccinazione antinfluenzale, fortemente sostenuta a livello regionale, rappresentava una campagna strategica e preziosa per selezionare e fronteggiare tempestivamente i casi di coronavirus, che sappiamo manifestarsi con gli stessi sintomi dell’influenza. Oggi ci troviamo con bambini vaccinati a metà, grandi fasce di pazienti fragili più non vaccinabili, criticità per chi ha già le difese immunitarie basse. Una situazione pericolosa, imbarazzante e paradossale – concludono -, a grave svantaggio dei bambini, delle famiglie e della salute pubblica tutta”.

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
25003 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014