Categorie: News da Roma

Al liceo Ripetta gli studenti trans potranno scegliere il proprio nome

Con la "Carriera Alias" ci si potrà chiamare col nome di 'elezione di genere' fino all'ufficiale rettifica anagrafica

Chiamarsi col proprio nome di ‘elezione di genere’ e non con quello di battesimo. È la scelta del Liceo artistico di Roma di via Ripetta che permette ora alle studentesse e agli studenti transgender di indicare il nome scelto per la transizione e non quello con cui si è iscritti all’anagrafe. Una scelta di civiltà, buonsenso e rispetto che rende visibile il genere di transizione anche nei documenti ufficiali scolastici: ovvero i quadri, il libretto per le assenze e il registro elettronico.

Una decisione adottata da pochissime licei in Italia, appena quattro, e altrettante poche Università. La decisione è arrivata con l’approvazione dal parte del Consiglio di Istituto del regolamento per l’attivazione e la gestione della Carriera Alias, ossia un profilo alternativo e temporaneo dedicato alle persone in transizione di genere che permette di sostituire dentro la propria scuola il nome anagrafico con quello adottato fino all’ufficiale rettifica anagrafica. La Rete degli Studenti Medi del Lazio invita anche “tutte le altre scuole del territorio ad adottare questa soluzione”.

“Ogni persona in transizione di genere – ha spiegato il portavoce Michele Sicca – deve sentirsi libera di esprimere sé stessa, essere riconosciuta per la propria identità e con il nome che ha scelto, soprattutto all’interno dell’ambiente scolastico. Siamo ragazze e ragazzi dai 14 ai 18 anni. Abbiamo raccolto le testimonianze di chi ha avuto difficoltà con i propri docenti che, pur riconoscendo il loro percorso di transizione e le difficoltà che questo comporta, si rifiutavano di riconoscerli col nome che avevano scelto. Queste difficoltà, se non risolte, possono portare anche all’abbandono scolastico”.

“È importante che tutte le scuole del territorio laziale e italiano possano adottare la Carriera Alias che attualmente è approvata da pochissimi istituti – dichiara Claudio Mazzella, presidente del Circolo di Cultura Omosessuale Mario Mieli -. Attraverso questo percorso è possibile garantire alle persone che frequentano le scuole di vivere in un ambiente di studio sereno, inclusivo che tuteli la loro privacy e che sia idoneo a favorire i rapporti interpersonali nel reciproco rispetto delle libertà e dell’autodeterminazione della persona. La scuola e l’università devono essere punti fondamentali per le nostre rivendicazioni. Per questo motivo dobbiamo aumentare il dialogo e avviare una costruzione politica con le studentesse e gli studenti”.

“Una iniziativa encomiabile che accade solo in altri quattro istituti in Italia e in poche Università. Questo regolamento è un passo necessario per tutte quelle persone che magari non vogliono o non possono fare la riassegnazione chirurgica del sesso e per i molti e molte in attesa di completare l’iter di rettificazione che può durare anni – dice la capogruppo della Lista Zingaretti alla Regione Lazio, Marta Bonafoni – È giusto che abbiano intanto il diritto di essere chiamati con il nome che hanno scelto. Concordo con la Rete degli studenti medi del Lazio sulla necessità che tutte le altre scuole del territorio adottino presto questa soluzione”.

Stampa
Condividi
Pubblicato da Redazione

Articoli recenti

Ex Cinema Palazzo: Campidoglio chiede manifestazione cederlo

Raggi:"Vogliamo che il quartiere di San Lorenzo mantenga uno dei presidi culturali più importanti di questi anni"

15 minuti fa

Sit-in IoApro: El Hawi, non lascio Roma, denuncio forze ordine

"Ci dissociamo dalle 30-40 persone che hanno fatto casino", ha detto il ristoratore fiorentino cofondatore del gruppo IoApro, commentando gli…

4 ore fa

Spallanzani, test su combinazione vaccini dopo prima dose Astrazeneca

Per verificare la possibilità di combinare vari vaccini anti-Covid per il richiamo, tra cui lo Sputnik

5 ore fa

Metro B, a fine giugno riapre Castro Pretorio

Dopo la sostituzione di ascensori e scale mobili in uso da 30 anni, spiega Atac

5 ore fa

Allarme cremazioni nei cimiteri di Roma. Ama: “privilegiare altre sepolture”

Ieri in mattinata la municipalizzata aveva smentito l'ipotesi di un esaurimento di posti nei cimiteri capitolini

6 ore fa

Roma 2021: Calenda a Letta, primarie legittime, strade si separano

"Ci confronteremo con apertura e disponibilità"

6 ore fa

Bnl salva il Cinema Azzurro

Scongiurata la chiusura di uno dei simboli del cinema indipendente e d'autore a Roma

22 ore fa

Acea: entra nel business ricarica per la mobilità elettrica

Lancia app'. Gola, per diventare tra maggiori player e-mobility

23 ore fa

Incendio in appartamento a Roma, si indaga per omicidio-suicidio

E' accaduto all'Eur. Il figlio grave è stato trovato infilzato da fiocina sul volto, morta la madre

1 giorno fa

Desiree: diede droga alla 16enne, una condanna a 6 anni

Accusa , vendita dosi ad una minorenne

24 ore fa

Questo sito utilizza cookie.