torna su
19/09/2019
19/09/2019

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Da De Andrè a Sfera Ebbasta: ecco il vero insulto

Un concertone del Primo Maggio all’insegna della volgarità e della pochezza musicale: impietoso il raffronto col passato

2018-05-2 2/05/2018 ore 10:57

Sono tempi duri per il mondo del lavoro in Italia. Come se non bastasse il precariato, anche la sua festa è diventata un tripudio di banalità e volgarità. A darcene prova sono stati i cantantucoli che sul palco di San Giovanni hanno pronunciato volgarità di ogni genere scambiando la festa del lavoro per la sagra della volgarità. Così, sotto lo sguardo severo della basilica di San Giovanni e del palco che ha visto suonare negli anni gente come De André, Guccini e Fossati, gli eredi della canzone italiana hanno avuto bisogno di imitare Grillo e compensare la propria pochezza musicale con la tracotanza lessicale.

Dura passare da un Battiato del ’95 a uno Sfera Ebbasta del 2018.

Uno di loro s’è giustificato dicendo che la ‘la volgarità è una cosa diversa dalla scurrilità’.

Vero, ma anche il buon senso è una cosa diversa dalla bravura. E in certi casi non c’è né l’uno né l’altra.

Stampa

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014