torna su
08/12/2019
08/12/2019

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Di nichel è fatta la nuova storia di Roma

Non ci sono paragoni per la truffa del Nichel in cui si è ingarbugliata Roma e le sue varie “reggenze”. 200 km di fregatura avallati dalla politica

2019-02-17 17/02/2019 ore 9:00

lupa

Pensiamo che dopo la truffa del NICHEL milionario che ha svergognato e impoverito ancora di più il Comune di Roma, sbeffeggiato le istituzioni e confermato la loro pochezza, forse collusiva, il simbolo della Città Eterna debba essere, assolutamente, riaggiornato.   La  situazione è talmente paradossale da  prestarsi a così  tante idee che si potrebbe, quasi, indire un concorso a premi…

La LUPA CAPITOLINA simbolo tradizionale e mitologico di Roma ormai ha fatto il suo tempo. I due ragazzini, Romolo e Remo sono cresciutelli e quotidianamente si aggirano tronfi per i palazzi del potere con la forte dentatura e la grande fame ereditati dalla madre. Purtroppo, l’animale/lupa non era dotato di alcuna qualità positiva e men che meno di onestà e intelligenza. Così i fanciulli non conoscono nè il senso del dovere nè quello dell’integrità. Anzi hanno il pessimo vizio di alternarsi nel mordere con cosciente astuzia: appalti e tasche dei cittadini. Non c’è limite alla loro voracità, all’avidità e all’ottusità che li porta a dimenticare la mano amica che li ha scelti e che abbondantemente nutre loro e le schiere di “personaggetti” che si tirano dietro.

A questi “mezzo sangue” (uomo/animale) in cambio di una crocetta sulla scheda elettorale si chiede solo un po’ di  buona politica e una minima capacità tecnica. Ma il loro reale valore non va oltre al rapido sbianchettamento di una voce in bilancio e, come dice, l’eterno candidato, Giachetti ad avere “la faccia come il c..o”.

200 km di filo rappresentano più della distanza chilometrica fra Roma e Napoli, se poi sono di nichel (Ni) valgono almeno 55 milioni di Euri, secondo la perizia del “proprietario”. Una cifra simile è un tesoro per le casse comunali e quindi va custodito e messo a bilancio per più legislature. Potrebbe essere la famosa e tanto attesa manna dal cielo, quindi meglio non andare troppo a fondo della faccenda. Come si dice “a caval donato non si guarda in bocca”… Passano gli anni e l’allora sindaco Alemanno chiamato a dare spiegazioni sull’operazione, ora non si fa trovare e non rilascia dichiarazioni in merito alla fregatura presa e avallata. Valore reale del “pacco” pare, oggi, essere di 40 mila Euro!

Quindi, figlioletti della lupa, toglietevi, dal voler rappresentare la nostra Città, qualunque sia il colore della vostra pelliccia. La faccia tosta e il pelo che avete sullo stomaco vi fanno indegni di qualunque posizione di prestigio. E anche della saga mitologica che vi accompagna da secoli nessuno ne vuol più sentir parlare. A parte il fatto, e va ricordato e sottolineato, che già nell’iconografia classica siete rappresentati nell’atto di MANGIARE…

Stampa

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014