torna su
10/04/2021
10/04/2021
Live TV

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Gli anni '20 e l'Oriente di Giannetti alla Libreria Cascianelli

Atmosfere retrò, abiti pregiate, stampe rare giapponesi per un evento di culto

Avatar
di Redazione | 2016-11-26 18/12/2014 ore 14:11
(ultimo aggiornamento il 26 Novembre 2016 alle ore 19:33)

 

Svoltando da via Zanardelli, verso via di Santa Maria dell’Anima la strada fa una curva. Qui è d’obbligo rallentare il passo. A Largo Febo c’è un piccolo universo da scoprire: il tiglio con le foglie autunnali che sembrano dipinte, i rampicanti colorati sulla facciata dell’hotel Raphael, i tetti di Santa Maria della Pace, e l’Antica Libreria Cascianelli. Un luogo sospeso nel tempo, tra storia e bellezza, pieno di oggetti rari e di atmosfera, dove perdersi e sospendere il tempo fra libri, foto, quadri, tessuti e oggetti che raccontano il mondo di Paul Poiret e Mariano Fortuny. Gli anni Venti, tanto amati anche da Woody Allen che li ha messi al centro anche dell’ultimo film, ‘Magic in the Moonlight’. E’ in questa stanza delle meraviglie che Dora Giannetti ha allestito la mostra ‘Note di Ricerca sull’Oriente e gli anni ‘20’, focalizzando l’attenzione sul tessuto: dalle sete ikat tinte in filo realizzate in Uzbekistan, a quelle impalpabili dipinte a mano dei kimono del periodo Taisho, dai plissè millenari delle minoranze Hmong ai prestigiosi Fortuny. Un piccolo evento espositivo che ripercorre il cambiamento della silhouette femminile attraverso alcuni capi iconici e fondamentali, che si intreccia alla perfezione con la mostra di stampe giapponesi Shunga (fine ‘800 – primi ‘900) dal titolo intrigante, ‘Tumulto sotto al kimono’. La proprietaria della Libreria Cascianelli, Valentina La Rocca, ha raccolto gli Shunga erotici seguendo una passione iniziata da grandi artisti e letterati agli inizi del secolo scorso.

Per i collezionisti, che seguono Dora nelle sue esposizioni sempre itineranti, e gli addetti ai lavori sempre a caccia di ispirazioni arrivate da lontano, è una manna poter tornare indietro, al fascino degli abiti diritti e corti in auge negli anni ’20, ai quali si può ricondurre il tubino nero creato da Coco Chanel e diventato poi un classico della moda femminile. “Nascono come reazione al corsetto di epoca edoardiana che obbligava le donne a un’innaturale linea a S, un po’ inclinata in avanti. Abiti comunque lunghi e costrittivi, resi ancora più scomodi da strati di sottovesti e sottogonne, dalle quali le donne si liberano molto felicemente abbracciando la nuova tendenza. La silhouette senza alcuna curva, dal seno piatto e dall’aspetto infantile, è la scorciatoia più veloce per la libertà di movimento richiesta per la loro nuova e movimentata vita sociale e per l’imminente emancipazione da ogni genere di costrizioni” spiega la curatrice della mostra. “In questo quadro rientra anche la fascinazione per l’Orientalismo, con i tessuti fluidi, il peplo e, soprattutto, l’essenziale geometria del kimono: sette rettangoli di sensualità che scivolano sulla pelle creando fluidi drappeggi che lasciano intravedere le forme attraverso sapienti tagli strategici”. Insieme dettano le linee guida della collezione Elizabeth the First, capi di tendenza aristo- chic da acquistare e indossare subito: kimono in tessuti jamavar o in cachemire, decorazioni fatte di antichi suzani, abiti in fluide sete devoré, pantaloni di taglio giapponese, mantelline double face in lane pregiate, giacche pezzi unici di taglio triangolare impreziosite da ricami etnici antichi accostati a rudi tessiture del sud della Cina. C’è anche un corner dedicato agli archivi di ricerca, ad uso di stilisti ed operatori della moda: in vendita, oltre a  passamanerie anni ’20 e schede tessuto, una selezione di abiti e cappotti originali del periodo. (r.p.)

 

‘Note di Ricerca sull’Oriente e gli anni ‘20’, Antica Libreria Cascianelli, Largo Febo 15. Fino a domenica 21 dicembre, dalle ore 10.30 alle 21

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
25260 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014