torna su
17/04/2021
17/04/2021
Live TV

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Mode di primavera: pantaloni e jeans cambiano vita

K.Lagerfeld: il punto vita è la nuova arma di seduzione

Avatar
di Redazione | 2016-11-26 12/04/2015 ore 18:27
(ultimo aggiornamento il 26 Novembre 2016 alle ore 19:40)

 Salto indietro di anni per i nuovi pantaloni. Dimenticati quelli a  vita così bassa che proprio non c’era. Il tempo dell’elasticone della mutanda (similfirmata) orrendamente ostentato è finito. E per fortuna nostra non dovrebbe passare alla storia.    4° EPISODIO

Vita alta: su questo imperativo praticamente nessuno è in controtendenza. Partendo da qui, però, succede di tutto. Larghezze e lunghezze si alternano. Lasciati gli skinny a chi si sente torero extrafasciato guardiamoci intorno. Sicuramente i tagli attuali sono più comodi e slanciano molto. Occultano maniglie dell’amore e pancette. Con  la camicia (bianca), portata quasi come una giacca è di sicuro effetto. Super chic la t shirt con camicia sovrapposta. Pantaloni a zampa (Zara, Stella McCartney, Max Mara).  Diritti, quasi maschili e il tailleur pantalone sempre attuale. Ma siamo donne quindi sotto la giacca top e bluse femminili. Sulle scarpe possiamo aprire un dibattito infinito. Le scarpe platform e sabot sono praticamente d’obbligo.Chi ama il tacco 12 sarà irremovibile. Noi suggeriamo tacco 4/5 (in tutte le collezioni), le stringate (onnipresenti) o delle flat così allegre e grintose da essere protagoniste. Rispuntano quelle che furono le pantagonne o gonne pantalone (Zara, Moschino, Cos). Il problema resta il medesimo: gli abbinamenti. Se poi ci mettiamo una scarpa con cinturino alla caviglia l’effetto è devastante per i troppi “tagli” orizzontali. E parlando di tagli  e strappi ecc. si finisce al DENIM. Simbiosi continua tra tela di Genova e alta moda. I jeans naturalmente sono a vita alta. Sembra che più sono tagliati e sbrecciati più siano cool (Zara con ginocchia ampiamente in vista, Pinko, Liu Jo). D&G li strappa e poi li ricama. Si usa questo tessuto (povero) per qualunque capo: abitini, tute, salopette, giacche, borsette, gonne lunghe. L’apoteosi del denim chiaro è da Ermanno Scervino, ma non esiste marchio che l’abbia  lasciato da parte. (anna ricca)

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
25306 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014