torna su
26/11/2020
26/11/2020

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Altaroma: riassunto edizione 2016

Altaroma attraverso gli occhi di Ida Galati che di fashion se ne intende

Avatar
di Redazione | 2016-11-26 2/02/2016 ore 12:39
(ultimo aggiornamento il 26 Novembre 2016 alle ore 20:13)

 

Chiediamo a IDA GALATI nota blogger nel settore fashion un breve impressione finale delle giornati di moda a Roma

 

Altaroma 2016 si è rivelata una stagione sempre più all’insegna della valorizzazione del “nuovo” e dei giovani talenti. A sottolinearlo la scelta della nuova location: l’Ex Dogana Ferroviaria a San Lorenzo: 24000 mq, tra corti esterne e strutture interne, che dopo anni di abbandono, sono stati ristrutturati, proiettando Roma ai livelli di altre città europee, che hanno saputo rendere aree industriali spazi moderni e chic di scambio culturale.

 

Degni di menzione i percorsi itineranti (“Road to Style”) alla scoperta dei piccoli laboratori di ricerca e alto artigianato che hanno ospitato i lavori di giovani talentuosissimi (Benedetta Bruzziches e le sue borse, Daniele Amato e le sue scarpe) con al seguito i propri maestri artigiani che hanno messo in scena live le più raffinate tecniche del “fatto a mano”.

 

 

Diventa sempre più riconoscibile e raffinato il lavoro di Luigi Borbone con le sue “maglie” di Swarowsky e i suoi gioielli che fanno delle sua donna un’anima elegante, ma anche ironica. A tratti infantile, a tratti super sensuale. Un cenno sull’attualità del transgender concentrandosi sulla donna e sulle sue difficoltà di dover sostenere tanti ruoli diversi, rischiando di perdersi nel tentativo di mantenere comunque la propria bellezza. Dai richiami cromatici e di silhouette del ‘700 fino alla bellezza rassicurante delle linee anni ’50 e alla libertà sessuale del nudo coperto da trasparenze degli anni ’70.

 

Tra i finalisti di Who’s On Next? (il progetto di scouting ideato e realizzato da Altaroma in collaborazione con Vogue Italia) spicca il lavoro del giovanissimo Giuseppe di Morabito che ha saputo essere moderno, ma delicato senza strafare, ispirandosi all’arte e rinnovando il suo patto con le tradizioni storiche italiane.

 

La chicca finale: il lavoro di grande ricerca di Vittorio Camaiani e l’idea di scarpe pensate al contrario: il tacco diventa accessorio nell’accessorio, a simulare una calla.

 

Una menzione speciale ad App to you che ha realizzato la ormai fondamentale app di Altaroma consentendo a stampa e buyer di non perdere nessun luogo e appuntamento importante del weekend”.

 

 Ida Galati  (blogger)

il suo blog: www.lestanzedellamoda.com

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
24237 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014