torna su
21/10/2020
21/10/2020

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Immigrati, a Roma e nel Lazio sono meno di 700 mila

La nostra regione è la seconda in Italia, dopo la Lombardia, come presenze. Romeni, filippini, bengalesi, pakistani le nazionalità maggiormente presenti

Avatar
di Alg | 2020-10-9 9/10/2020 ore 7:18

immigrati

Il Lazio rimane tra le regioni col maggior numero di immigrati, ma non possiamo certo parlare di un’invasione. Nel 2019 nella nostra regione c’erano circa 683 mila stranieri residenti, con una leggera prevalenza di donne. Si tratta dell’11,6% della popolazione totale, e rispetto al 2018 l’aumento è stato contenuto: 0,2%. Lo dice il rapporto di Caritas – Fondazione Migrantes.

La distribuzione territoriale conferma la storica prevalenza di inserimento nel Nord (57,8%), in particolare nel Nord-Ovest che da solo raccoglie il 33,8% dei cittadini stranieri residenti; seguono il Centro, il Sud e le Isole. Confermata anche la graduatoria delle cinque regioni che registrano la presenza più rilevante di cittadini stranieri: su tutte la Lombardia (22,7% del totale), seguita dal Lazio (12,9%), e dal Veneto (9,5%). Una tendenza confermata anche da altre ricerche.

L’analisi per provincia evidenzia il prevalere dell’insediamento nelle grandi aree metropolitane: su tutte Milano, che da sola accoglie il 12,2% del totale nazionale, seguita da Roma (9,5%). Nella graduatoria delle prime dieci province compaiono inoltre Torino, Napoli, Firenze e Bologna. Anche Brescia, terza con il 3,6% del totale, conferma il suo ruolo di provincia attrattiva della presenza di cittadini stranieri extra-UE, come pure un’altra provincia lombarda, Bergamo, e due realtà di più ridotte dimensioni, come Modena e Treviso, che sopravanzano nella graduatoria diversi capoluoghi di provincia e di regione.

Per quanto riguarda le nazionalità dei migranti, i maggiori incrementi hanno riguardato il Brasile (+30,1%) e la Nigeria (+25%). Fra le prime dieci sono invece il Bangladesh e il Pakistan a segnare l’aumento maggiore (rispettivamente +11,7% e +7,5%). Al contempo, le provenienze storiche extra-europee, come il Marocco, la Cina e la Tunisia segnano tutte dei decrementi, più o meno significativi (più rilevante il caso della Tunisia, con -11,7%; mentre le altre due nazionalità sono intorno al -4,5/5%). Da rilevare, poi, che fra le prime venti nazionalità si affacciano, per la prima volta, l’Ecuador e la Macedonia.

La situazione dei permessi di soggiorno degli immigrati è chiara: Milano 419.791 (12,2%), Roma 327.807 (9,5%), Brescia 123.019 (3,6%), Torino 107.404 (3,1%), Bergamo 100.772 (2,9%), Napoli 89.573 (2,6%), Firenze 89.162 (2,6%), Bologna 73.478 (2,1%), Modena 72.546 (2,1%), Treviso 68.793 (2,0%).

Stampa

tagsimmigrati

A proposito dell'autore

Avatar
1032 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014