torna su
30/11/2020
30/11/2020

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Maglia nera per le acque inquinate alla Sicilia, al Lazio e alla Calabria, dove tre il 58 e il 50% dei punti analizzati da Goletta Verde di Legambiente sono risultati oltre i limiti consentiti per la presenza di escherichia coli, batterio dannoso per la salute, proveniente soprattutto dagli scarichi fognari non passati da un’attenta depurazione. Lo rivelano i numeri dell’analisi condotta dall’associazione ambientalista. In Sicilia, la media piu’ alta con il 58%: su 26 punti analizzati, 10 sono erano fortemente inquinati, non solo alle foci dei fiumi (10) ma anche in mare aperto (16 punti). In provincia di Messina, i due punti presi in considerazione sono risultati entrambi “fortemente inquinati”: la spiaggia libera sul lungomare Colombo, in localita’ Divieto, nel Comune di Villafranca Tirrena e la foce del torrente Patri’, in localita’ Cantone, nel Comune di Barcellona Pozzo di Gotto. Sono stati invece 9 i punti campionati da Goletta Verde in provincia di Palermo, uno e’ risultato “fortemente inquinato” e si tratta del lungomare Piano Stenditore, in localita’ Porticello, nel Comune di Santa Flavia. In provincia di Agrigento un punto a Sciacca, in localita’ Stazzone, e’ risultato superare i limiti di molto. Nella provincia di Catania, tutti i punti analizzati hanno presentato livelli batterici preoccupanti: uno di fronte il canale Forcile nella contrada Pontano d’Arci di Catania, il secondo in mare di fronte lo scarico fognario di Aci Trezza nel Comune di Aci Castello e il terzo sempre in mare, di fronte la foce del torrente Macchia in localita’ Sant’Anna a Mascali.

Maglia nera anche per il Lazio che ha il 56% dei punti analizzati con risultati molto deludenti: su 25 tratti, 14 risultano avere parametri oltre i limiti di legge e di questi, 9 sono stati giudicati “fortemente inquinati”. I punti peggio risultano essere la foce del fiume Arrone a Fiumicino, praticamente la spiaggia piu’ frequentata dai romani: Fregene. Poi, il ramo della foce del Tevere presso Torre Clementina a Fiumicino, il punto a mare di fronte la foce del canale all’altezza di via Filadelfia a Pomezia (nota come Torvajanica), le foci del Rio Torto e del Fosso Grande, entrambe ad Ardea, e il punto sul canale Loricina nei pressi di via Matteotti a Nettuno. In provincia di Latina il risultato peggiore lo segnano i tratti nei pressi di Foce Verde a Latina; il mare di fronte la foce del Rio Recillo a Marina di Minturno e il punto sulla spiaggia di fronte Rio Torto, (incrocio tra viale Europa e via Gibraleon) a San Felice di Circeo.

Terzultima nella classifica per proporzione tra aree analizzate e punti critici la Calabria, con meta’ dei prelievi ad alto tasso di inquinamento: su 24 tratti di costa messi sotto la lente, 12 in mare aperto e 12 alle foci hanno il record negativo; 10 in tutto i punti molto inquinati. Dei 3 i punti indagati da Goletta Verde in provincia di Crotone, tutti sono risultati “fortemente inquinati”: le foci dei fiumi Passovecchio e Esaro, entrambi a Crotone, la foce del canale presso la spiaggia in localita’ Le Castella a Isola di Capo Rizzuto, zona molto turistica. In provincia di Catanzaro il tratto di costa nei pressi del fosso Beltrame, tra i Comuni di Montepaone Lido e Soverato, e’ risultato “fortemente inquinato”.

Cinque tratti in provincia di Reggio Calabria hanno avuto un risultato negativo: le Sabbie Bianche nel Comune di Brancaleone Marina, la foce del torrente Annunziata nel comunale di Reggio Calabria, Bagnara Calabra, la foce del Petrace a Gioia Tauro e la foce del Mesima a San Ferdinando. Infine a Vibo Valentia e’ risultato “fortemente inquinato” il tratto sulla foce del torrente Murria in localita’ Piana di Vadi a Briatico. Una nota positiva: tutti e 6 i punti su cui si sono concentrate le analisi in provincia di Cosenza sono risultati nella norma.

In Abruzzo degli otto punti monitorati sulla costa, il 50% risulta oltre i limiti di legge per la presenza di escherichia coli e altri batteri dannosi: in provincia di Teramo il peggiore e’ la foce del fiume Vibrata, in localita’ Villa Rosa, tra i territori comunali di Martinsicuro e Alba Adriatica; in provincia di Chieti problematici sono la foce del fiume Alento a Francavilla al Mare, quella del fiume Feltrino, a Marina di San Vito nel comune di San Vito Chietino e quella del canale di Rocca San Giovanni.

 

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014