torna su
12/07/2020
12/07/2020

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Birra, bibite, “fatate”, hamburger: Open Baladin è storia

Birra artigianale, bibite tradizionali e cibo slow: tris vincente

Avatar
di Redazione | 2016-11-26 5/03/2015 ore 20:51
(ultimo aggiornamento il 26 Novembre 2016 alle ore 19:38)

 

 

Ad una buona birra devi abbinare un buon cibo di qualità. Open Baladin Roma ha aperto 6 anni fa proprio per dar spazio a questa filosofia. Il marchio arriva dalla provincia di Cuneo ed ormai è sinonimo di birra artigianale e bibite tradizionali. E’ strano come da una terra famosa per i vini sia nata l’idea di declinare un nuovo modo di bere. Oggi Baladin ha fatto il giro del mondo. Ha vinto più volte i 3 boccali del Gambero Rosso, usa spesso ingredienti che sono presidi Slow Food, è ospite fisso di Eataly. Insomma un’eccellenza italiana. Il locale in via degli Specchi è una sorpresa, anche sotto il profilo strutturale ed estetico. Il piano terra è grandissimo, la parete dietro al bancone è una “libreria” gigante dove le bottiglie sostituiscono i volumi. Di sopra delle salette così inattese che pensi di essere finito nel mondo di tanti anni fa. Vecchi divani, tappeti e foto d’epoca. Ma abitati e vissuti da gente giovane che durante la giornata fa uno stop per chiaccherare e trovarsi. E la giornata di Open Baladin è lunga: dalle 10 alle 2! Una sfida e un’alternativa ai fast food, al dopo teatro, alla piazza rumorosa e precaria. Questo orario così elastico ci assicura a qualunque ora un buon piatto e un buon bicchiere. La selezione delle birre è vastissima: 45 spine,più di 100 etichette e oltre il 90% delle proposte è italiano. Il panorama varia perchè non finisce mai la voglia di sperimentare e reinventare un prodotto che, in realtà, esiste da sempre. E quindi le curiosità non mancano mai. Rosy Spataro, (una dei responsabili del locale) dice che se, durante il giorno il posto si trova la sera è fondamentale prenotare perchè l’attesa può arrivare a 1 ora e 1/2! Anche la cucina ha molte proposte e fra tutte spiccano: le “fatate” e gli hamburger. La moda delle patatine ci travolge ma queste sono completamente diverse. Chips sottilissime e delicate, quasi un soffio, accompagnate da salse rigorosamente home made e diventate un segno distintivo del locale. La carne degli hamburger viene da “La Granda”, presidio slow food. I molti vegetariani qui trovano tanti piatti dedicati a loro. Le bibite hanno il gusto di una volta e chi era troppo piccolo per ricordare Spuma e Chinotto può provare il sapore e il profumo del “c’era una volta”! Via degli Specchi è piccola ma in posizione strategica e qui si arriva facilmente. Passano tanti visi conosciuti. Per alcuni politici e gente di TV è un luogo d’elezione. Poi in alcuni giorni e ore diventa scelta fissa di famiglie. Adattando un vecchio slogan pubbliciario possiamo dire che: davanti ad un bicchiere di birra il tempo passa, ma non si invecchia! (a.r.)

 

Open Baladin  –  via degli Specchi 6     openbaladincomunicazione@gmail.com

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
23230 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014