torna su
27/09/2020
27/09/2020

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Autunno tempo di conserve: la cotognata morbida

Marmellate e conserve per ricordare la lunga estate

Avatar
di Redazione | 2016-11-26 24/10/2015 ore 10:51
(ultimo aggiornamento il 26 Novembre 2016 alle ore 19:59)

Tempo di conserve, che ne dite?

Le cose buone durano poco ma se riusciamo a chiudere il loro sapore, il loro profumo in un barattolo possono farci compagnia ancora a lungo dopo la fine della loro stagione. Come fare una buona conserva, che sia dolce o salata? L’importante è scegliere il momento in cui il frutto o la verdura scelta, siano al loro apice.

Oggi vi spiego come fare una marmellata morbida di mela cotogna. La mela cotogna è una sorta di strano ibrido tra una pera e una mela famoso in passato come il frutto simbolo di Venere. Ha un  sapore piacevolmente acidulo conosciuto da tempo immemorabile. Il suo profumo ne ha fatto per decenni il “pionere” delle fragranze d’ambiente… Care amiche ricordate che la cotogna ha molte  proprietà benefiche che interessano l’apparato digerente e l’intestino. Le sostanze contenute nei semi aiutano a prevenire la disidratazione della pelle contrastandone l’invecchiamento e il conseguente insorgere delle temute rughe quindi, portare in tavola questo frutto è una vera e propria ricetta di bellezza!

 

 

 

                                                        RICETTA n. 8   MARMELLATA di MELE COTOGNE  

Ingredienti 

 

1 kg di mele cotogne già pulite, cioè private dei torsoli e delle bucce.

 

1 Kg di zucchero

 

Il succo di un limone

 

(cannella o anice stellato a vs piacere)

 

In una pentola capiente fate bollire l’acqua e aggiungete poi le mele cotogne già pulite e tagliate a pezzi.  Fate cuocere fino a quando schiacciando un pezzetto di mela con la forchetta questo si disfi.

Scolare le mele e passarle con un passa verdure o in un mixer. 

Conservare l’acqua di cottura.

Sciogliete poi lo zucchero in un po’ dell’acqua tenuta da parte (circa 400 ml) e lasciatelo cuocere fino a quando diventata trasparente; (ci vorranno circa 5 minuti).

Aggiungete la purea di cotogne.

Mescolate e fate cuocere a fuoco basso fino a quando la marmellata, facendo la prova su un piattino, rimarrà bella soda, senza scivolare.

Togliete subito dal fuoco e fate raffreddare per circa 10 minuti e, se ve ne fosse bisogno, schiumate ancora con la schiumarola prima di versarla nei vasi tiepidi e perfettamente sterilizzati. 

Chiudeteli subito con la marmellata ancora calda, capovolgeteli e fateli raffreddare a testa in giù (così si creerà il sottovuoto).

Conservate in luogo asciutto e buio fino al momento dell’uso.

Durante l’ultima fase di cottura potete ulteriormente aromatizzare la vostra marmellata aggiungendo alla purea una stecca di cannella o dell’anice stellato.

Avrete cura di toglierlo prima di versare la marmellata nei vasetti.

 

Alla prossima settimana

 

Rosa 

 

Cooking in Rosa

 

 

 

 

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
23749 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014