torna su
22/09/2020
22/09/2020

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Patè per una cena di capodanno raffinata

Col tartufo si festeggia meglio il 31

Avatar
di Redazione | 2016-11-26 29/12/2015 ore 11:55
(ultimo aggiornamento il 26 Novembre 2016 alle ore 20:08)

Per la gioia della tavola è ancora tempo di feste. Ora ci attende il 31 che si intrepreta in vari modi  ma dove non possono mancare le classiche LENTICCHIE e COTECHINO. Ecco io vi propongo un piatto da servire come “aperitivo” o “entrèe”. Qui parlo di PATE’ di fegato, ma MAI e poi MAI di Foie Gras, sul quale andrebbe aperto un dibattito medico/animalista risolutivo. Il patè, nelle sue tante declinazioni, è comunque simbolo di prelibatezza. Questo poi*. …

PATE’  (ricetta di casa nostra)

INGREDIENTI (circa 500 gr. di risultato finale)

100 gr di fegato di vitello

100 gr di fesa di vitello

50 gr di pancetta arrotolata

1 cipollina

timo

alloro

maggiorana

olio

80 gr di burro

gelatina istantanea

20 gr o 1 VASETTO DI crema di TARTUFI (o burro al tarufo) * è questo il segreto per rendere il patè indimenticabile

Affettare la cipolla e metterla in una padella con olio, un po’ di burro, timo, alloro, maggiorana e pancetta tritata grossolanamente.

Lasciare insaporire e aggiungere fegato e fesa (già tagliati a pezzetti), salare e aggiungere 1 bicchierino di marsala. Far sfumare e cuocere alcuni minuti. In caso aggiungere ancora un poco di marsala.

Frullare tutto con il burro ammorbidito e la crema di tartufi. Non occorre far raffreddare.

Gelatina: utilizzare quella istantanea (Liebig). Portate a ebollizione 1/4 di litro, aggiungere il dado di gelatina e scioglierlo lentamente. Quindi aggiungere 1/4 di litro di acqua fredda. Per darle un po’ di profumo io aggiungo 1 goccio di marsala che la rende meno limpida ma più gradevole.

Mettere sul fondo dello stampo (in alluminio) uno strato di gelatina e  riporlo in frigorifero per farla solidificare (circa un’ora). Quindi estrarre lo stampo e mettere una quantità di patè sulla gelatina solidificata. Non appoggiare il patè ai lati e quindi versare la gelatina restante piano piano di modo che scenda anche lungo le pareti. Riporre il tutto in frigorifero.

Per estrarre bene il patè dallo stampo mettere lo stampo stesso per qualche secondo in una bacinella con dell’acqua calda (attenzione a non far sciogliere la gelatina e questo è un passaggio “difficile”) quindi capovolgere su un piatto.

(Suggerisco di usare per la lavorazione il cucchiaio di legno per non alterare alcuni gusti)

Meglio procedere alla preparzione il giorno prima per farlo rapprendere al meglio. (anna ricca)

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
23712 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014