torna su
24/10/2020
24/10/2020

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Boom delle gelaterie a Roma: +15% in due anni

Claudio Pica (associazione gelatieri): “Bene rifugio”. Consumi crescono del 20%

Avatar
di Redazione | 2016-11-26 27/06/2016 ore 10:40
(ultimo aggiornamento il 26 Novembre 2016 alle ore 20:27)

Gelato, che passione! Ma non solo per i consumatori, anche e soprattutto per chi decide di aprire un’attività economica. Negli ultimi due anni il numero delle gelaterie a Roma è aumentato del 15%, oramai ci sono circa 2.100 punti vendita nella Capitale, concentrati in primo luogo nel centro storico, ma tante rivendite sono arrivate anche in periferia.

 

“E’ un bene rifugio – dice Claudio Pica direttore generale dell’Associazione Italiana Gelatieri – Con la crisi molti piccoli commercianti hanno dovuto reinventarsi, e così si sono rifugiati nel gelato, un bene che costa poco e che tutti si possono permettere. Direi che circa il 15-20% della produzione che abbiamo a Roma è di ottima qualità, il resto offre un prodotto medio. Tra l’altro comincia a prendere piede un fenomeno: un unico laboratorio di produzione che poi distribuisce il prodotto a una serie di negozi della stessa catena sparsi sul territorio”.

 

I primi dati sul 2016 sembrano confermare l’andamento positivo del 2015. Lo scorso anno c’è stato un aumento dei consumi dell’8% rispetto al 2014, anno peraltro compromesso da un’estate più fredda e piovosa. Dati ancora più elevati per quanto riguarda l’area del Centro-Sud Italia, dove le vendite sono aumentate di oltre il 20%, e Roma appunto si colloca nella fascia alta dei consumi. Mediamente mangiano gelato quattro italiani su dieci, con sei chili di consumo procapite.

 

Gabriella De Girolamo, project manager del salone del gelato Sigep, dice che “la qualità sta sensibilmente aumentando in questi anni, e questo perché cresce la concorrenza. Va detto che se diminuisse la burocrazia tutto sarebbe più facile per gli esercenti. Tra l’altro la filiera di produzione è tutta italiana, e il Lazio è senza dubbio una delle regioni leader in questo settore. L’artigianalità è un fattore importante. E vorrei tranquillizzare i consumatori: i controlli sulla qualità ci sono, come tanta altre attività che lavorano nell’alimentare”. (Alg)

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
23962 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014