torna su
20/04/2021
20/04/2021
Live TV

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Torna all’Auditorium il Festival delle Scienze

Dal 22 al 25 gennaio. Edizione dedicata all'ignoto

Avatar
di Redazione | 2016-11-26 16/01/2015 ore 17:03
(ultimo aggiornamento il 26 Novembre 2016 alle ore 19:35)

Anche quest’anno l’Auditorium Parco della Musica di Roma ospita dal 22 al 25 gennaio il Festival delle Scienze. Questa decima edizione è dedicata al tema dell’ignoto, della scienza e dell’importanza del non sapere. Il dubbio è infatti il primo passo per intraprendere l’avventura della conoscenza: che cos’è la scienza se non una sfida attraverso la porta dell’ignoto? Alla presentazione della manifestazione hanno partecipato il sindaco di Roma, Ignazio Marino, Carlo Fuortes, amministratore delegato di Musica per Roma e il direttore del festival, Vittorio Bo. La rassegna, dal titolo “L’Ignoto – la scienza e l’importanza del non sapere”, vuole essere dunque “la celebrazione dell’incertezza e dell’ignoranza”. Non in termini negativi, ma come capacità di restare nel dubbio, perché, come spiega il fisico Stephen Hawking, “il più grande nemico della conoscenza non è l’ignoranza, ma l’illusione di sapere. “Il Festival è un evento importante”, ha dichiarato il sindaco, Ignazio Marino, che sottolinea “ per me la scienza è uno degli strumenti più utili alla qualità della vita. Se spiegata con semplicità, rende davvero affascinante tutto quello che ci circonda”. Quest’anno, ha poi ricordato il primo cittadino “parallelamente all’inizio del Festival della Scienza, abbiamo avviato una gara internazionale per la Città della Scienza a pochi metri dall’Auditorium, un passo in avanti importante per Roma. Così valorizziamo urbanisticamente aree destinate a usi militari, e di fatto abbandonate da tanti anni. Il tutto in un percorso condiviso con il quartiere”. Un programma ricco di lectio magistralis, incontri, dibattiti, eventi per le scuole, mostre ed exhibit, spettacoli, con i grandi nomi della ricerca scientifica italiana e internazionale. Ma anche con filosofi, storici della scienza, scrittori, giornalisti, esperti, che indagano il significato delle domande che guidano il nostro cammino verso la conoscenza: che rapporto c’è tra incertezza e indeterminatezza? Tra incertezza e caso? Cosa si nasconde in ciò che chiamiamo materia oscura o nei buchi neri? Cosa nel concetto di infinito? Dopo l’inaugurazione, giovedì 22 gennaio alle 10.30, alla quale prende parte anche il presidente di INAF Istituto Nazionale di Astrofisica Giovanni Bignami, è il fisico Carlo Rovelli, alle 18 in Sala Petrassi, ad aprire idealmente il festival con la sua lectio La scienza ci dà certezze? Al Festival non solo fisica ma anche filosofia con il concerto/spettacolo Mare Ignotum. La paura della paura, in programma in Teatro Studio Borgna venerdì 23 gennaio alle 21, con la partecipazione di Maurizio Ferraris e interpretato da Patrizia Polia e dall’orchestra PMCE (Parco della Musica Contemporanea Ensemble) a cura di Oscar Pizzo. (gc)

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
25323 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014