torna su
14/04/2021
14/04/2021
Live TV

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

American Academy, si avvicina il momento di 'Cinque Mostre'

Il 29 gennaio vernissage collettivo per artisti residenti e non

Avatar
di Redazione | 2016-11-26 23/01/2015 ore 12:12
(ultimo aggiornamento il 26 Novembre 2016 alle ore 19:35)

 

A conferma della tendenza diffusa in città ad inaugurare più eventi espositivi con un solo grande vernissage, l’American Academy in Rome invita il 29 gennaio alla première di ben cinque mostre in simultanea. Si tratta degli appuntamenti annuali con le opere e i progetti curatoriali dei Rome Prize Fellows e dei guest curators. L’evento si prende, e non poteva essere altrimenti, buona parte dello spazio dell’istituzione culturale statunitense che domina la Capitale dall’angolo più bello del Gianicolo. Ma i metri quadrati nell’edificio McKim, Mead & White certo non fanno difetto, così come non mancano le presenze internazionali da seguire con attenzione.

Il progetto ‘Cinque mostre’ crea infatti un dialogo circolare fra il lavoro degli artisti residenti presso l’American Academy in Rome e gli artisti italiani e internazionali non residenti. Il risultato è un cortocircuito che evidenzia l’approccio multidisciplinare dell’Accademia, motore creativo in grado di unire arti visive, musica, letteratura, produzione audiovisiva, design, architettura, innovazione tecnologica, e molto altro. 



Ecco la lista dei protagonisti, molto ben nutrita e promettente.

A partire dai guest curators del 2015, gli editors di CURA, Ilaria Marotta e Andrea Baccin. Con la mostra milk revolution, presentano opere di 18 artisti internazionali: Artie Vierkant, Vanessa Safavi, Bunny Rogers, Alessandro Piangiamore, Abinadi Meza, Cynthia Madansky, Adam Kuby, Corin Hewitt, Keith Hennessy, Elias Hansen, Francesca Grilli, Carin Goldberg, Martino Gamper, Anna Franceschini, Luca Francesconi, Andrea De Stefani, Gabriele De Santis, Tomaso de Luca.

Dalla comunicazione virale dell’Accademia, apprendiamo altri dettagli dell’iniziativa: “Negli spazi della Accademia ci saranno il progetto dell’ambient electronic artist Lakshmi Ramgopal aka Lykanthea e la musicista, fellow in Accademia, Paula Matthusen, intitolato Prex Gemina; Material Narratives, progetto di Anna Serotta, assistente al dipartimento di conservazione del Metropolitan Museum di New York, coinvolge l’artista Adam Kuby, e le scrittrici Krys Lee e Liz Moore; A Roma, la mostra dei borsisti in architettura del paesaggio Daniel Phillips e Kim Karlsrud, COMMONstudio, a partire dalla bellezza dei monumenti di Roma; l’intervento di Max Page, borsista 2014 in conservazione dei beni culturali, parte dalla Capitale per proporre una riflessione universale, attraverso la mostra Dislodging the Silence: Public Art Intervening in Mussolini’s Foro Italico che invita al confronto artisti contemporanei quali Francesco Arena, Lorenzo Romito, il collettivo Stalker, Dario Scaravelli e il gruppo Startt, Renata Stih e Frieder Schnock, Stefano Canto e Cynthia Madansky”. A condire il tutto, un dj set che farà ballare artisti, collezionisti e addetti ai lavori. Imperdibile. (r.p.)

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
25284 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014