torna su
17/04/2021
17/04/2021
Live TV

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

50 euro al mese vista Fori Imperiali, follia romana?

Scandalo affittopoli travolge Marino

Avatar
di Redazione | 2016-11-26 11/02/2015 ore 11:24
(ultimo aggiornamento il 26 Novembre 2016 alle ore 19:36)

Appartamento a largo Corrado Ricci, con vista su via dei Fori Imperiali a 55 euro al mese. O via del Crocefisso, 75,47 metri quadri vista San Pietro, a meno di 20 euro al mese. O ancora via dei Cappellari, a Campo de’ i Fiori, 915 euro l’anno per 60 metri quadri. Prezzi pazzi per centinaia di appartamenti situati nel centro storico di Roma che il Comune sta per mettere in vendita. L’inchiesta de Il Tempo sulla nuova affittopoli capitolina si sta per abbattere sul sindaco di Roma Ignazio Marino e già le prime reazioni politiche si sono fatte sentire. L’indignazione popolare poi è a portata di mano se si scorrono gli elenchi del patrimonio immobiliare del Comune di Roma: “ci sono sempre i soliti appartamenti di pregio, molti dei quali in alcune delle zone più esclusive della Capitale, come quelli con vista sul Colosseo, affittati a canoni davvero irrisori a fortunati inquilini che ora avranno anche la possibilità di acquistare le case dove abitano – se non «di pregio» – con uno sconto del 30 per cento”, spiega Il Giornale. La delibera che consentirà tutto questo è stata già approvata ed è ora al vaglio dell’assemblea comunale. Se il provvedimento portato dall’assessore al Patrimonio, Alessandra Cattoi, venisse approvato allora entro il 2015 ci sarà la ”svendita” di tali immobili che neanche a Porta Portese. Chi non dovesse essere in grado di comprare potrà comunque restare inquilino del Comune e continuare a pagare gli affitti irrisori come quelli di largo Corrado Ricci o via dei Cappellari. “Le casse comunali hanno estremo bisogno di liquidità e il Campidoglio ha deciso di mettere in vendita ben 571 fra immobili residenziali e non residenziali, più altre 166 pertinenze. L’intenzione è ricavare poco meno di 309 milioni di euro, agevolando gli inquilini, anche quelli morosi”, scrive il Tempo che riporta le parole di una sfilza di politici indignati. Come quelle della deputata del MoVimento 5 Stelle Roberta Lombardi che ha presentato formale “diffida al primo cittadino per evitare che la delibera 88 venga approvata prima che il Campidoglio renda pubblici l’identità degli occupanti, il titolo di occupazione, la morosità, i criteri di determinazione del valore e la destinazione dei ricavi ottenibili”. Sempre la Lombardi ha presentato un’interrogazione al ministro dell’Economia per sapere se “non reputi necessario e improcrastinabile intervenire per porre fine a questa scandalosa vicenda, anche introducendo rigidi strumenti di controllo” sulle dismissioni di patrimonio immobiliare pubblico. E in Campidoglio tira aria di guerra. «A chi ha vissuto per anni nelle case del Comune nel centro di Roma pagando un affitto ridicolo riporta dovremmo chiedere gli arretrati e non svendergli i nostri gioielli di famiglia con il 30 per cento di sconto e con la possibilità di regolarizzare la mancanza di titolo o la morosità. La delibera di Marino è immorale, perché premia i furbetti che per anni hanno beneficiato di affitti stracciati», sostiene Alessandro Onorato, capogruppo della Lista Marchini. (gc)

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
25307 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014