torna su
23/01/2021
23/01/2021

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Striscioni su Ciro, curva sud chiusa 1 turno

Le provocazioni di Roma-Napoli punite per reato d'opinione?

Avatar
di Redazione | 2016-11-26 7/04/2015 ore 17:20
(ultimo aggiornamento il 26 Novembre 2016 alle ore 19:40)

foto Ansa

Il giudice sprotivo ha deciso di chiudere per una giornata la curva sud della Roma a seguito degli striscioni “irrispettosi” esposti durante Roma-Napoli.

Roma-Atalanta del prossimo turno casalingo (19 aprile p.v.) della Roma vedrà una Sud vuota per l’ennesima volta.

I tifosi avevano preso di mira la reputazione della madre di Ciro Esposito, tifoso napoletano rimasto ucciso prima di Roma-Napoli dello scorso campionato.

Lo striscione accusava la povera madre di Ciro di sfruttare mediaticamente il suo lutto per trarne benefici economici.

Certamente per quanto infamanti, gli striscioni non avevano i requisiti della discriminazione territoriale o termini offensivi ed illeciti.

Questa decisione crea un precedente assolutamente inquietante. Potremmo definirla una squalifica per opinione . Un fatto assai grave in una democrazia che, in altri ambiti tutela opinionsti ben più aggressivi e lesivi dell’immagine di personaggi pubblici.

Anche se il giudice Fedetrale, campione di Machiavellismo, giustifica la chiusura con l’associazione dei cori discriminatori che sarebbero stati intonati durante l’esposizione dei 4 striscioni in oggetto.

Il legale della sig.ra Leradi, avvocato Pisani si dichiara assolutamente insoddisfatto della decisione e chiede le dimissioni dei vertici della Federazione (intervenendo ad una trasmissione su Tele Club Italia) ribadendo la richiesta di ua sanzione sportiva pesante, quale una penalizzazione in classifica per la A.S. Roma.

Il Presidente James Pallotta ha definito “fucking idiots” gli autori dello striscione, prendendone le distanze. Ha inoltre definito ingiusta la decisione del giudice che colpisce tutti i tifosi della Curva.

Da questa vicenda ne escono tutti sconfitti. I tifosi romanisti che non rispettano il lutto grave di una madre , le istituzioni che non riescono a controllare stiscioni lunghi decine di metri prima dell’ostensione, i media che si indignano e puntano il dito sulle masse senza nome e senza amici, l’AS Roma di nuovo con lo stadio semivuoto e la giustizia sportiva che mischia le carte scontentando un po tutti. (DC)

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
24682 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014