torna su
23/04/2021
23/04/2021
Live TV

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

ParkAppy, alle strisce blu ora ci pensa l'app

Nuovo sistema per regolarizzare la propria sosta a pagamento tramite smartphone

Avatar
di Redazione | 2016-11-26 8/04/2015 ore 12:00
(ultimo aggiornamento il 26 Novembre 2016 alle ore 19:40)

Applicazioni su viabilità, eventi culturali e biblioteche capitoline. Ma anche programmi per identificare fontanelle, contattare la polizia locale e denunciare cartelloni abusivi.  Le applicazioni per smartphone – nomenclatura sconosciuta sino a 5 anni fa – oggi segnano l’avvicinamento tra i cittadini e alcuni servizi della pubblica amministrazione. Una vicinanza digitale che offre informazioni e consente di segnalare disagi, un servizio che punta all’estinzione dei numeretti, dei fax e delle chiamate sulla rete fissa perché l’unica rete utile sarà il 4G o il WIFI. Magari pubblico. A Roma l’ultima innovazione si chiama ParkAppy, un nuovo sistema per regolarizzare la propria sosta a pagamento tramite smartphone IOS o Android. L’iniziativa è nata da un lavoro congiunto tra Comune di Roma e ATAC per dare credibilità ad un tema sentito come quello delle strisce blu, nell’ultimo anno oggetto di scelte impopolari e bocciature amministrative. L’aumento della tariffazione ad 1,50 euro e l’eliminazione dei miniabbonamenti giornalieri –  linfa vitale per chi lavora in prossimità di strisce blu – hanno creato un malcontento acuito dalla scelta del TAR di annullare la decisione e tornare alla tariffazione precedente. Per fare ordine ecco ParkAppy, un’applicazione che non richiede registrazione o acconto ma una carta di credito, uno smartphone e un auto da parcheggiare. Il funzionamento è semplice: scaricata l’applicazione dal proprio telefono, il GPS consente di individuare la posizione del veicolo e di procedere all’inserimento della targa e al pagamento tramite carta di credito. L’utente ha la possibilità di scegliere la durata della sosta che all’approssimarsi del termine verrà segnalata e notificata. Sarà possibile prolungare il parcheggio in qualsiasi momento o terminarlo in anticipo pagando i minuti effetti di sosta, tutto in forma digitale, senza biglietti e senza il rischio di ricevere una multa perché l’inserimento della targa viene ricevuto, in tempo reale, sul server dell’ATAC. Ma a coronare le funzionalità di ParkAppy c’è sicuramente il capitolo abbonamenti. Mentre i parcometri cittadini vanno aggiornati in base alla decisione del TAR di rimodulare i costi, sull’applicazione non solo la tariffa è tornata ad essere 1 euro all’ora – e sarà cosi, pare, fino a settembre – ma è stato riattivata anche l’opzione  di 8 ore a 4 euro e quella mensile di 70 euro. (gds)

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
25351 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014