torna su
23/04/2021
23/04/2021
Live TV

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Teatro Opera di Roma, risultati superiori a più rosee aspettative

A dichiararlo Carlo Fuortes: 2014 chiuso in pareggio

Avatar
di Redazione | 2016-11-26 15/04/2015 ore 14:59
(ultimo aggiornamento il 26 Novembre 2016 alle ore 19:41)

La Fondazione Teatro dell’Opera di Roma in questi mesi ha avviato un rigoroso piano di risanamento, che ha consentito – grazie all’adesione alla Legge Bray – di accedere ad un finanziamento statale di 25 milioni di euro complessivi. A fine del 2013 la Fondazione era sull’orlo del fallimento, gravata da un indebitamento che sfiorava i 30 milioni di euro ed un bilancio di esercizio in perdita per quasi 13 milioni. Dopo una prima anticipazione di 5 milioni di euro, avvenuta nel 2014, la Fondazione ha ricevuto una seconda erogazione, pari a 15,6 milioni, che le ha consentito di annullare l’indebitamento nei confronti degli artisti e di riportare a livelli ordinari quelli verso i fornitori, l’erario e gli istituti previdenziali. E’ quanto emerso dai dati enunciati stamane dal sovrintendente della Fondazione del Teatro dell’Opera di Roma, Carlo Fuortes, nel corso di una conferenza stampa, durante la quale sono stati illustrati i risultati relativi alla stagione in corso, lo stato economico-finanziario e i risultati dell’attivita’ della Fondazione al 1^ trimestre 2015. L’esercizio 2014 si e’ chiuso in pareggio, grazie ad una rigorosa politica di controllo dei costi di gestione (-10 milioni rispetto al 2013) e a una tenuta dei ricavi (+3,3%), malgrado un calo dei contributi pubblici (-6,3%) e forti tensioni sul fronte sindacale, con cui e’ stato raggiunto un accordo nel novembre 2014, valido fino al 2016. Per quel che riguarda i ricavi delle vendite e delle prestazioni, il pre-consuntivo al 31/3/2015 segna un +51,9% (al netto dell’Iva) un previsionale in pareggio e costi sostanzialmente in linea con il budget. Inoltre si prevede un potenziamento dell’offerta culturale con 50 rappresentazioni in piu’ rispetto al 2014 (+28,9%), di cui 35 legate ad eventi che si terranno presso il Teatro Costanzi e a Caracalla. Il pubblico risponde entusiasta, poiche’ cresce anche la spesa al botteghino, in termini di biglietti ed abbonamenti, la quale supera – al 14 aprile 2015 – di oltre 2 milioni di euro (+63%) il dato registrato l’anno scorso nello stesso periodo, sia per quanto riguarda l’opera che il balletto, sia per gli eventi extra, cioe’ i concerti che si svolgono a Caracalla, da Bob Dylan a Elton John. (fonte italpress)

 

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
25355 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014