torna su
15/08/2020
15/08/2020

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Guerre Mondiali e impegno politico: Ettore Troilo e la Libertà

Il Sindaco Marino scopre una targa dedicata a Ettore Troilo

Avatar
di Redazione | 2016-11-26 20/05/2015 ore 19:14
(ultimo aggiornamento il 26 Novembre 2016 alle ore 19:44)

I giardini di p.zza della Libertà dal 20 maggio 2015 hanno un nome importante: Ettore TROILO. Importante non solo per Roma ma per l’Italia tutta. Il Sindaco Marino ha scoperto la targa alla presenza del presidente della Regione Abruzzo e di diversi esponenti politici. Ettore Troilo nato nel 1898 in privincia di Chieti. Di famiglia borghese è, fin da giovane, sensibile agli ideali del socialismo. La sua anima interventista lo vede soldato nella I Guerra Mondiale. Caporetto è un’esperienza drammatica che lo conferma nei suoi credi. Laureato in legge si trasferisce a Milano.E’ il 1923 e in quel periodo nasce la frequentazione con F. Turati e il fior fiore del socialismo milanese. Proprio Turati lo presenta a G. Matteotti con il quale collaborerà fino al giorno dell’assassinio del leader. Ormai antifascista schedato e sorvegliato politico svolge attività anti regime e viene più volte fermato. Troilo continua a fare l’avvocato fino alle date storiche del 25 aprile e 8 settembre ’43. Collabora ad organizzare la difesa di Roma. E questo ne fa un ricercato. Dopo l’arresto e la fuga raduna i primi 15 uomini e passa le linee. Dal gruppo di volontari abruzzesi nasce la Brigata Maiella. Apolitica, volontaria, autonoma. Tra paesi liberati, territori distrutti ed eccidi di massa l’unico faro era la PATRIA. E la Patria decorò la Brigata con la Medaglia d’Oro al Valor Militare. Poi la ricostruzione e nel ’46 la nomina a Prefetto di Milano. Ministro plenipotenziario all’ONU. Molto attivo per la rinascita di Milano. L’equilibrio e lo spirito di sacrificio gli  permisero di gestire avversità e difficoltà politiche e storiche. Per questo la città di Milano assegnò a Troilo la Medaglia d’Oro e gli intitolò una via. Pur nelle ifficoltà economiche rifiuta pensioni e benefici ritenendo altri “reduci” più bisognosi. Il Sindaco Marino concludendo la cerimonia conferma quanto sia importante ricordare sempre chi con il proprio impegno e a rischio della vita ha fatto a noi e alla Nazione il grande dono della LIBERTA’. (a.r.)

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
23449 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014