torna su
27/10/2020
27/10/2020

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Raggi, anche la stampa straniera si scatena

Dal Financial Times a Le Monde, gli scandali romani ma anche milanesi hanno fatto il giro del mondo

Avatar
di Teresa Potenza | 2016-12-20 20/12/2016 ore 11:34

“Arrestato il braccio destro del sindaco di Roma”. “Il Movimento Cinque Stelle scosso dallo scandalo della corruzione di Roma”. “Roma e Milano colpite da nuove accuse di corruzione”. “La corruzione colpisce i comuni di Roma e Milano”: non sono i titoli dei giornali che pure hanno riempito le pagine della stampa italiana in questi giorni. Sono invece i titoli di quelli di numerose testate straniere.

 

Anche la stampa internazionale, infatti, sta seguendo da vicino le vicende romane e, seppure in misura minore, anche quelle milanesi. La Bbc ha sottolineato le contraddizioni del Movimento Cinque Stelle, che “si vanta di essere etico e di non avere legami con ciò che vede come una ‘casta’ di compagni assuefatti alle contraddizioni e che hanno controllato la politica italiana per decenni”.

 

Stesso taglio anche per il londinese The Guardian, che ha evidenziato come lo scandalo abbia fatto ancor più notizia proprio perché il partito si è sempre professato lontano dalla corruzione. Ma il quotidiano ha anche fatto notare come, “dopo dimissioni e appuntamenti cancellati, la squadra della Raggi non è ancora completa a sei mesi di distanza dalle elezioni”. Ma non ha tralasciato di ricordare come anche il partito democratico a Milano non stia passando un buon momento, a causa delle indagini che coinvolgono il suo primo cittadino.

 

La notizia dello “scandalo corruzione” ha trovato ampio spazio sul Financial Times, che ha anche sottolineato come si tratti di un duro colpo e che “i problemi legali di Marra potrebbero essere molto dannosi poiché minacciano ciò che più attira un numero crescente di italiani verso il Movimento Cinque Stelle, cioè la pretese di non essere sporcato dalla politica che invece contraddistingue i tradizionali partiti di destra e di sinistra del Paese”.

 

Contraddizioni palesi anche in Francia, dove Le Monde ha insistito sulla necessità per Beppe Grillo di fare ammenda. “L’amministrazione della capitale” si legge poi, “avrebbe potuto essere la vetrina ideale del movimento, ma al contrario Roma non cessa di offire lo spettacolo di un travolgente mix di improvvisazione, di dilettantismo o, peggio, di affarismo”.

 

E infine, come se non bastasse, anche l’albero di Natale capitolino. Soprattutto gli inglesi (dal Guardian al Telegraph) hanno raccontato le proteste dei romani, compresi quelli che credono ancora nell’amminsitrazione Raggi, nei confronti del cosiddetto “albero dell’austerità” – così noto ormai per il suo look minimalista. Tanto che qualcuno non si è lasciato scappare l’occasione per porre a confronto le due rivali di sempre: Roma e Milano. Albero romano contro albero milanese. E quest’ultimo sembra proprio che abbia “eclissato” quello della capitale, per usare le parole del Guardian. Almeno fino a quando l’amministrazione romana non ha deciso di arricchirlo un po’, dopo le proteste che hanno riempito il web.

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
14 articoli

Giornalista professionista dal 2005, ha lavorato per testate italiane come Panorama e testate internazionali come il londinese The Evening Standard. Ha vissuto a Londra e a Damasco. Oggi a Milano, per Radiocolonna segue i fatti milanesi.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014