torna su
17/04/2021
17/04/2021
Live TV

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Truffa su gettoni d’oro: indagati 5 dirigenti della Zecca

Destinati a trasmissioni Rai non erano in realtà mai stati coniati. Il danno per l’azienda pubblica è di circa 700mila euro

Avatar
di Redazione | 2019-04-4 4/04/2019 ore 11:50

Hanno fatturato alla Rai i gettoni d’oro destinati ad alcune delle trasmissioni più popolari, da ‘Uno mattina’ a ‘I fatti vostri’, da ‘La prova del cuoco’ a ‘Affari tuoi’. Ma in realtà non li hanno mai coniati e ora rischiano di essere processati per truffa aggravata e frode nelle pubbliche forniture.

La procura di Roma ha chiuso l’indagine nei confronti di cinque tra dirigenti ed ex dirigenti dell’Istituto poligrafico e Zecca dello Stato e oggi la Guardia di Finanza ha notificato agli indagati l’avviso di chiusura indagine, che prelude la richiesta di rinvio a giudizio. La truffa ha prodotto un danno per la Rai di circa 700mila euro, soldi che sono stati fatturati all’azienda per la produzione dei gettoni d’oro mai coniati.

Al centro delle indagini, svolte dal Nucleo di polizia economico-finanziaria della Gdf, l’accordo quadro tra la Rai e la Zecca per la fornitura nel triennio 2013-2016 di gettoni d’oro destinati ai vincitori dei concorsi a premio inseriti in diverse trasmissioni televisive. I finanzieri hanno scoperto che i cinque – due dirigenti ancora in servizio e tre non più alla Zecca – facevano coniare i gettoni solo nel caso in cui i vincitori dei concorsi avessero rifiutato la proposta di ricevere l’equivalente in denaro. Se, invece, i concorrenti accettavano i soldi, i dirigenti creavano una serie di falsi documenti interni (verbali di coniatura, verbali di reingresso in magazzino, documenti di trasporto) per dimostrare di aver coniato i gettoni. Ma non solo: secondo la Gdf e la procura di Roma, sostituendo i gettoni con il denaro, apparentemente per consentire alla Zecca di ottenere un risparmio nell’acquisto dell’oro, i cinque in realtà riuscivano a mettersi in tasca gli incentivi annui che ammontavano a circa 45mila euro.(ANSA).

Stampa

tagsMonete, zecca

A proposito dell'autore

Avatar
25306 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014