torna su
23/04/2021
23/04/2021
Live TV

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Flat tax: dopo accordo Di Maio-Salvini, Conte: ok, ma serve tempo

“Io ho preso l’impegno di farla” ha chiarito ieri il premier. Oggi il Def arriva in Consiglio dei ministri. Mentre Tria smentisce tensioni nel governo

Avatar
di Redazione | 2019-04-9 9/04/2019 ore 11:20

Sulla flat tax, dopo l’intesa Salvini-Di Maio, anche il premier Conte ieri a Milano ha chiarito che si tratta di un pezzo della riforma fiscale (“io ho preso l’impegno di farla”) ma per “realizzarla nella sua interezza occorre tempo”.

Oggi il Def arriva in Consiglio dei ministri. Nel Documento quindi anche la flat tax fino a 50mila euro – secondo l’intesa Salvini-Di Maio –  che il ministro dell’Economia, Giovanni Tria, deve approvare. “Ci sarà – spiega il leader M5S – ma con il coefficiente familiare perché non ne possa beneficiare chi è già ricco”.

In Cdm anche l’accordo sui rimborsi tra governo e risparmiatori danneggiati dalle crisi bancarie. L’accesso automatico ai fondi è per chi ha un imponibile entro i 35mila euro o un patrimonio mobiliare di 100mila euro. Gli altri saranno analizzati davanti alla commissione ad hoc del Tesoro

Intanto il ministro Tria smentisce, in un’intervista  aRepubblica, le tensioni nel governo. “In nessun altro Paese europeo c’è un governo che gode del sostegno dell’elettorato e del Parlamento solido come in Italia. La maggioranza ha un grande capitale politico, e quindi una grande responsabilità, che deve mettere al servizio della crescita”. E ha aggiunto: “Partecipando all’attività di governo non si vive quello che si legge sui giornali. Nessuno mai, in Consiglio dei ministri, è venuto a dirmi le cose che leggo”

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
25353 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014