torna su
21/08/2019
21/08/2019

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

In Italia la cura delle cellule armate contro i tumori

Cart-T per neoplasie sangue,da settembre in centri specializzati

Avatar
di Redazione | 2019-08-7 7/08/2019 ore 18:06

Già da settembre, passaggi tecnici permettendo, sarà disponibile in Italia la prima terapia con cellule Car-T – che utilizza le cellule immunitarie, i linfociti, modificandole e ‘armandole’ per combattere il cancro – contro alcuni tumori del sangue. L’Agenzia italiana del farmaco (Aifa) ha infatti dato oggi il via libera alla rimborsabilità, e quindi alla disponibilità nel nostro Paese, della prima terapia Car-T, ‘Kymriah’ (tisagenlecleucel) prodotta dall’azienda farmaceutica Novartis: sono 600-700 l’anno, secondo le stime, i pazienti che potrebbero beneficiarne.

La terapia, che potrà essere utilizzata presso i centri specialistici selezionati dalle Regioni, è destinata a pazienti adulti con linfoma diffuso a grandi cellule B (DLBCL), resistenti alle altre terapie o nei quali la malattia sia ricomparsa dopo una risposta ai trattamenti standard e per pazienti fino a 25 anni di età con leucemia linfoblastica acuta (LLA) a cellule B. In questa categoria di pazienti, la percentuale di guarigione dal tumore dopo il trattamento con Car-T è pari a circa il 40-50%. Ad oggi, sono una cinquantina (anche 27 bambini) i pazienti già trattati in Italia con le Car-T in protocolli sperimentali o per uso compassionevole. “Un nuovo metodo di cura che potrebbe cambiare davvero in meglio la vita di bambini e pazienti adulti individuati per il trattamento”, afferma su Fb il ministro della Salute Giulia Grillo, augurando “un buon lavoro ai centri specialistici regionali identificati per la somministrazione della terapia”. Si tratta, sottolinea infatti l’Aifa, di una strategia immunoterapica di “ultimissima generazione nella lotta ai tumori ematologici”: si utilizzano i globuli bianchi (linfociti T) prelevati dal paziente e appositamente ingegnerizzati per attivare il sistema immunitario. Una volta reinfusi nel paziente, entrano nel circolo sanguigno e sono in grado di riconoscere le cellule tumorali e di eliminarle. Un problema è però rappresentato dai costi della terapia – sperimentata per la prima volta con successo nel 2012 negli Usa su una bambina di 7 anni – pari a circa 300 mila euro per paziente. Ma proprio per rendere sostenibili i costi, l’Aifa adotterà un nuovo modello di rimborso, il pagamento al risultato (payment at results): in pratica, il Servizio sanitario nazionale (Ssn) rimborserà il costo della terapia all’azienda sulle base dell’efficacia reale sui pazienti, in tre tranche a 0, 6 e 12 mesi dal’inizio della cura. Un “lavoro di squadra puntuale ha fatto in modo di aprire un percorso che garantirà a breve un accesso alla cura presso centri specialistici sul territorio”, ha sottolineato il direttore generale Aifa Luca Li Bassi, mentre per il presidente dell’Agenzia Stefano Bonaccini “l’approvazione in CdA della prima terapia Car-T segna un passaggio molto importante per la salute pubblica”.

E parla di “inizio di una nuova era nella lotta contro il cancro” l’azienda produttrice Novartis, perchè si dà una “nuova occasione a pazienti con forme aggressive di tumori ematologici per i quali non vi sarebbero più opzioni di cura”. La nuova terapia “mostra che si può guarire uno stadio di malattia fino a ieri considerato non curabile – commenta Fabio Ciceri, direttore Unità Ematologia e Trapianto di Midollo, Ospedale San Raffaele di Milano -. E sono circa 700 i pazienti che ogni anno esauriscono le opzioni terapeutiche e che, grazie a terapie di questo tipo, avranno un nuovo orizzonte di vita”.

Stampa

tagsCancro

A proposito dell'autore

Avatar
20842 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014