Categorie: Top News

Tortellini senza maiale: Prodi, far avanzare integrazione

L'ex premier dice la sua sulla polemica legata alla festa di San Petronio a Bologna e bacchetta Salvini che "continua a insistere su paura immigrazione"

Della polemica sui tortellini bolognesi nei giorni scorsi, legata alla decisione di preparare per la Festa cittadina di San Petronio nel capoluogo emiliano, parte della pasta ripiena anche con carne di pollo, pensando a chi per ragioni religiose, non mangia maiale, “resta il discorso serio di come il messaggio politico dell’impossibilità di integrazione sia penetrato in tanta parte di noi così profondamente da coinvolgere anche gli aspetti del tutto assurdi dei nostri rapporti con gli altri”. Lo dice Romano Prodi in un intervento su Il Messaggero.

“E questo fornisce anche la spiegazione del perché Salvini, pur di fronte alla molteplicità e alla gravità dei problemi della società italiana, continui a insistere quasi esclusivamente sulla paura dell’immigrazione”. Bisogna “a questo punto porci anche il problema di come fare avanzare il necessario processo di integrazione dei milioni di emigranti che sono ormai un elemento indispensabile per l’ elementare funzionamento della nostra società – aggiunge :- dalla coltivazione dei campi, ai turni notturni delle fabbriche fino a coloro che si prendono cura delle centinaia di migliaia di anziani e di non autosufficienti”. Non appare, per Prodi, certo semplice spiegare come “per il nostro futuro, sia indispensabile che gli immigrati imparino la nostra lingua e contribuiscano allo sviluppo della nostra società se non riteniamo che possano mangiare insieme a noi un piatto che porta lo stesso nome”. Non si tratta infatti “di rinunciare alla necessaria regolamentazione del fenomeno migratorio ma, più semplicemente, di tenere presente che non è di scarsa importanza il garantire agli italiani e agli stranieri la stessa libertà di scelta sul ripieno dei tortellini. E che in fondo gli immigrati, mangiando con noi i tortellini, finiscono con il fare propria una parte della nostra tradizione”.

Stampa
Condividi
Pubblicato da Redazione

Articoli recenti

Rinascita degli ex Mulini Biondi

Nel mulino industriale dei primi del ‘900 professionisti e imprese della new economy: un polo attrattivo per venture capital e…

10 ore fa

Il cibo made in Italy conquista l’e-commerce globale

Export: accordo Cia e Alibaba.com. Sulla piattaforma web del colosso cinese, spazio al business delle aziende tra incontri con i…

13 ore fa

Ostia Antica Festival “Il Mito e il Sogno”

Il programma continua fino al 20 settembre

14 ore fa

Street Food a Ciampino

Ciampino diventa la capitale dello Street Food dal 24 al 27 Settembre.

12 ore fa

Il voto nel Covid: in gioco rischi e speranze

Dal Referendum ai vertici regioni e comuni (34 nel Lazio) tanti elettori smarriti, ma ancor più governo e partiti per…

15 ore fa

Scuola: nel Lazio certificato medico. Presidi, sia obbligatorio

La legge non prevede attualmente un obbligo di certificazione per rientrare in classe

1 giorno fa

Targa a stadio ‘Rosi’, omaggio prime Paralimpiadi Roma ’60

Pancalli, 'da qui nasce nostra storia'. Raggi, 'Citta' per tutti'

1 giorno fa

Lazio: “Urban go” team vincitore della challenge di Fs per la mobilità sostenibile

Al vincitore 10mila euro. Al secondo e terzo classificato servizi specialistici

1 giorno fa

Coronavirus, a Roma tutti i sacerdoti positivi in una parrocchia

Messe sospese nella chiesa di San Gregorio Magno di Piazza Certaldo

1 giorno fa

Sindaco Roma: la capitale fa paura e blocca gli sfidanti

Riportiamo il commento di Claudio Tito, editorialista politico di ‘’La Repubblica’’, sulla difficile scelta dei candidati e una pesante critica…

1 giorno fa

Questo sito utilizza cookie.