torna su
29/10/2020
29/10/2020

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Scuola: dal 22 ottobre via al concorso straordinario

La prova del concorso sarà composta da 5 quesiti a risposta aperta e da un quesito in lingua inglese. Pd, rinviare a Natale, non farlo ora

Avatar
di Redazione | 2020-09-28 28/09/2020 ore 16:30

E’ il 22 ottobre la data scelta dal ministero dell’Istruzione per iniziare la prova del concorso straordinario per la scuola. E’ quanto e’ emerso al termine dell’incontro tra i sindacati e il ministero. Le prove si terranno fino al 9 novembre. l concorso straordinario, che mette in palio 32 mila posti per i precari che hanno svolto almeno tre anni di servizio, ha visto la presentazione di 64 mila domande. La partenza del concorso e’ prevista per il 22 ottobre per poi proseguire nelle settimane successive.

La prova del concorso sara’ composta da cinque quesiti a risposta aperta e da un quesito in lingua inglese.

Inoltre, viene spiegato, ci sara’ un protocollo di sicurezza specifico per le prove concorsuali, per le sedi di concorso. Domani il bando sara’ pubblicato in Gazzetta ufficiale.

Il Pd chiede una riflessione sulla data in cui svolgere il concorso straordinario per la scuola: “farlo ora significa stressare le scuole, che verranno private di molti docenti, i quali andranno a sostenere le prove del concorso. Avremmo preferito farlo a ridosso delle vacanze di Natale; fino alla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale ogni ripensamento e’ possibile, la decisione spetta al ministero dell’Istruzione”. Lo dice Camilla Sgambato, responsabile scuola del Pd.

Sgambato sottolinea anche la necessita’ di tutelare chi e’ in quarantena, “magari per un positivo presente nella scuola in cui insegna: va cercata una soluzione, per esempio trovando un’altra data per questi candidati o facendo loro svolgere la prova tutti in una stessa scuola: sarebbe ingiusto non farli partecipare al concorso”. C’e’ poi il problema che molti docenti precari, dovendo partecipare alle prove del concorso, lascerebbero la cattedra che hanno appena preso per 5-6 giorni. “Solo in Lombardia ci sono 16.500 candidati, la gran parte sono docenti delle regioni meridionali: spostare il concorso a Natale sarebbe insomma la cosa piu’ giusta da fare”, conclude.

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
24009 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014