torna su
30/10/2020
30/10/2020

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Black Friday, il Papa duro contro il consumismo

Francesco: quante paia di scarpe abbiamo? Tre, quattro, cinque? Ho conosciuto un monsignore che ne aveva 40. Necessario essere più generosi

Avatar
di Alg | 2018-11-26 26/11/2018 ore 13:55

Papa Francesco

Il giorno dopo la conclusione della settimana del Black Friday, il Papa va giù duro contro chi spende troppo soprattutto in beni futili.

Nell’omelia della Messa a Casa Santa Marta stamani papa Francesco ha esortato a chiedersi come poter essere più generosi con i poveri, anche con “le piccole cose”. E ha avvertito che nemico della generosità è il consumismo, spendere più di quello di cui abbiamo bisogno. La generosità, al contrario, allarga il cuore e porta alla magnanimità.

Il Papa ha rilevato che tante volte nel Vangelo Gesù fa il contrasto fra ricchi e poveri, basti pensare al ricco Epulone e a Lazzaro o al giovane ricco. Un contrasto che fa dire al Signore: “E’ molto difficile che un ricco entri nel regno dei cieli”.

Qualcuno può etichettare Cristo come “comunista”, ha osservato Francesco, “ma il Signore, quando diceva queste cose, sapeva che dietro alle ricchezze c’era sempre il cattivo spirito: il signore del mondo”.

E poi un esempio concreto: “Facciamo, per esempio, un viaggio nelle nostre stanze, un viaggio nelnostro guardaroba. Quante paia di scarpe ho? Uno, due, tre, quattro, quindici, venti… ognuno lo può dire. Un po’ troppo… “.

Di scarpe, ha sottolineato Francesco “io ho conosciuto un monsignore che ne aveva 40… Ma, se hai tante scarpe, dà la metà. Quanti vestiti che non uso o uso una volta l’anno? E’ un modo di essere generoso, di dare quello che abbiamo, di condividere”, ha detto. Insomma, il Black Friday forse ci ha spinto a comprare cose di cui non avevamo bisogno.

Francesco ha ricordato che quando viveva a Buenos Aires “ogni fine-settimana c’era un programma di turismo-shopping”: si riempiva l’aereo il venerdì sera e si andava in un Paese a circa dieci ore di volo e tutto il sabato e parte della domenica si passava a comprare nei supermercati. Poi si tornava. “Una malattia grossa, (quella) del consumismo, di oggi! – ha osservato – Io non dico che tutti noi facciamo questo, no. Ma il consumismo, lo spendere più di quello di cui abbiamo bisogno, una mancanza di austerità di vita: questo è un nemico della generosità”.

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
1036 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014