torna su
24/05/2019
24/05/2019

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Rom in Vaticano, attesa la famiglia di Casal Bruciato

Incontro di preghiera con Papa Francesco. Nel pomeriggio spettacolo al Divino Amore. La Caritas: quanto successo a Roma è intollerabile

Avatar
di Alg | 2019-05-9 9/05/2019 ore 7:00

Ci potrebbe essere anche la famiglia rom di Casal Bruciato all’incontro di preghiera di oggi in Vaticano tra il Papa e 500 rom e sinti.

 L’appuntamento si svolge mentre continuano ad arrivare notizie di intolleranza e odio nei confronti dei rom. L’ultima in ordine cronologico, a Casal Bruciato, dove gruppi di estrema destra hanno aggredito una famiglia rom regolarmente assegnataria di una casa popolare. Don Gianpiero Palmieri, vescovo ausiliare di Roma Est, ha incontrato la famiglia rom vittima delle contestazioni invitandola all’incontro con Papa Francesco. 

Saranno accompagnati dal cardinale Gualtiero Bassetti, presidente della Conferenza episcopale italiana. Saranno presenti anche il prefetto del Dicastero per il servizio dello sviluppo umano integrale, il cardinale Peter Kodwo Appiah Turkson, il vicario del Papa per la diocesi di Roma, cardinale Angelo De Donatis. E ci saranno anche il presidente della Commissione Cei per le migrazioni e della Fondazione Migrantes, monsignor Guerino Di Tora, il neo arcivescovo di Siena-Val d’Elsa-Montalcino e segretario della Commissione Cei per le migrazioni, monsignor Paolo Lojudice, e il vescovo di Avezzano, monsignor Pietro Santoro. 

L’incontro e’ organizzato dalla Fondazione Migrantes che ha invitato nel pomeriggio, dalle 15:30 alle 18, la cittadinanza romana all’Auditorium del Divino Amore a un incontro per conoscere il popolo rom e sinto che vive in Italia condividendo con loro un momento di arricchimento culturale, di festa, di arte e di musica.

Per la Caritas di Roma  quanto è successo a Casal Bruciato è intollerabile. Ed ancora viene detto in un comunicato: “La tutela dei diritti inizia dal salvaguardare i deboli, coloro che sono umiliati e sono soli; esclude la violenza e il rancore ma si fonda sulla solidarieta’ e la legalita’; vede le istituzioni in prima linea. Ma  non si può fare a meno della partecipazione attiva e determinata della societa’ in tutte le sue espressioni. Chi chiede giustizia non puo’ urlare, aggredire, umiliare, perseguitare”.

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
733 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014