Inchiesta Open, battibecco in aula tra Renzi e il pm Turco

Lo scontro sui quaderni portati in udienza dal leader di Italia Viva

Nuovo scontro in aula tra Matteo Renzi e il sostituto procuratore Luca Turco durante l’udienza, questa mattina, al tribunale di Firenze per la richiesta di rinvio a giudizio, davanti al gup Sara Farini, per l’inchiesta sulla Fondazione Open in cui il senatore di Italia Viva è indagato, insieme ad altri, per finanziamento illecito ai partiti.

Quando il pm Turco è arrivato, apprende l’Adnkronos, Renzi era già in aula e gli si è rivolto dicendo: “Ma perché lei ha tutti questi quaderni? Lei non può portarli qui”. E Renzi ha risposto: “Ma come si permette? Lei non ha alcun titolo per dirmi che cosa portare e cosa no. Decide il giudice, non lei. Faccia il suo e non si permetta”.

Matteo Renzi è arrivato, alle ore 10.30, al palazzo di giustizia portando con sé alcuni libri. “E’ il quaderno rosso per la toga rossa”, aveva risposto Renzi ai cronisti che gli domandavano cosa fossero i volumi.

Fonte© Copyright ADN Kronos – Tutti i diritti riservati
© StudioColosseo s.r.l. - studiocolosseo@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014