Aggressioni e rapine nella comunità Sikh a Latina, 5 arresti

Tra loro 'Gighen', già arrestato per omicidio connazionale

(ANSA) – ROMA, 11 NOV – I carabinieri della Stazione di Campoverde, insieme al personale del NORM del Reparto Territoriale di Aprilia hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare, emessa dal gip di Latina su richiesta della locale Procura, nei confronti di 5 persone di nazionalità indiana (2 agli arresti domiciliari e 3 in carcere) ritenute responsabili, a vario titolo, dei reati di rapina in concorso, lesioni aggravate, tentata violenza privata aggravata, danneggiamento in concorso, minacce ai danni di connazionali.
    Tra gli arrestati, un cittadino indiano detto “Gighen” già sottoposto nei giorni scorsi a misura cautelare, eseguita dalla Squadra Mobile della Questura di Latina, poiché ritenuto responsabile in concorso con altri connazionali dell’omicidio di Jagsheer Sumail avvenuto a Borgo Montello lo scorso 31 ottobre quando un gruppo di connazionali fecero irruzione durante una festa nella sua abitazione.
    Per gli investigatori gli arrestati di oggi, tutti di etnia Sikh, avrebbero commesso una serie di aggressioni nei confronti della comunità indiana di Aprilia e Cisterna di Latina, per assumere il controllo di quella area territoriale. In particolare, avrebbero utilizzato spranghe di ferro e bottiglie di vetro per rapinare le vittime di monili d’oro e cellulari, che hanno riportato lesioni a gambe e braccia con prognosi tra i 20 ed i 30 giorni. Le vittime, appartenenti alla comunità Sikh che vive nella provincia di Latina, venivano minacciate di morte qualora evessero denunciato o testimoniato. (ANSA).
   

Fonte © Copyright ANSA – Tutti i diritti riservati
© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna