Cina, accoltellamento in un asilo, tre morti e sei feriti

Omicida si è dato alla fuga

(ANSA) – PECHINO, 03 AGO – Tre persone sono state uccise e altre sei ferite mercoledì dopo che un uomo armato di coltello ha fatto irruzione in un asilo nella provincia di Jiangxi, nel sud-est della Cina. Descritto come un “gangster che indossava un berretto e una maschera” ha attaccato l’asilo privato nella contea di Anfu, ha affermato la polizia in una dichiarazione pubblicata su Weibo, il ‘Twitter cinese’.
    L’omicida si è dato alla fuga, e la polizia gli sta dando la caccia. Attacchi del genere sono rari in Cina, Paese che vieta rigorosamente ai cittadini di possedere armi da fuoco, ma negli ultimi anni c’è stata una serie di accoltellamenti di massa. Lo scorso aprile, due bambini sono stati uccisi e altri 16 feriti quando un uomo armato di coltello è entrato in un asilo nel sud della Cina. Più di recente, il mese scorso, quattro persone sono state ferite in un accoltellamento in un ospedale di Shanghai, prima che l’aggressore armato di coltello fosse colpito e bloccato dalla polizia. Sei persone furono uccise e 14 ferite dopo che un uomo armato di coltello ha iniziato a colpire passanti in una strada pedonale piena di negozi a Anqing, nella Cina orientale, nel giugno dello scorso anno. (ANSA).
   

Fonte © Copyright ANSA – Tutti i diritti riservati
© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna