Covid:1200 assenti in Atac, ‘subito nuove assunzioni’

Assessore,no a soluzioni tampone,scorriamo graduatorie

(ANSA) – ROMA, 13 GEN – Il Campidoglio a fronte delle assenze causate dal Covid in Atac, l’azienda dei trasporti di Roma che in questi giorni conta circa 1200 dipendenti “indisponibili”, pensa di mettere in campo subito nuove assunzioni attraverso lo “scorrimento di graduatorie già esistenti”. Lo annuncia all’ANSA l’assessore Eugenio Patanè, dicendo no “all’assunzione di interinali o a soluzioni tampone” e parla anche di “selezioni pubbliche in tempi rapidi”. “Non mi appassionano né le ricerche interinali di lavoratori, né soluzioni tampone ed emergenziali.
    Preferisco soluzioni stabili, attraverso selezioni pubbliche da mettere in campo in tempi rapidi anche attraverso lo scorrimento di graduatorie già esistenti, visto che sappiamo perfettamente che nel corso del 2022 andranno in pensione circa 180 lavoratori – ha detto l’assessore ai Trasporti di Roma, Patanè, interpellato dall’ANSA -. Atac ha necessità di assumere ogni anno 150-200 autisti. E siccome è un’azienda di esercizio del trasporto nella sostanza è una azienda di personale. Se vogliamo che il trasporto pubblico funzioni il personale deve essere specificamente qualificato per il Tpl, per la città di Roma e per il preciso servizio che l’autista deve svolgere tra i tanti che Atac deve portare a termine ogni giorno. Per questo è necessario aspirare per i nostri lavoratori al meglio in termini di formazione professionale, certezza di un lavoro stabile, attaccamento all’azienda e alla città”. (ANSA).
   

Fonte © Copyright ANSA – Tutti i diritti riservati
© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna