Scuola: già dal 9 giugno a Roma gli esami di terza media

Da domani al via scrutini, possibile non ammettere a esame

(ANSA) – ROMA, 31 MAG – Inizieranno già il 9 giugno ovvero il giorno dopo la fine delle lezioni, i primi esami di terza media a Roma e nel Lazio. Questo anche grazie al fatto che il ministero dell’Istruzione ha dato la possibilità di svolgere gli scrutini qualche giorno prima rispetto al passato, ovvero entro la fine delle lezioni, non iniziandoli però prima del 1 giugno. “Con l’autonomia scolastica ogni scuola può decidere la data di inizio degli esami di terza media – spiega Manuela Manfellotti, preside dell’Istituto comprensivo Manin all’Esquilino – e noi li faremo partire proprio dal 9 giugno”. I ragazzi avranno a disposizione 20-30 minuti per il loro esame. “Abbiamo deciso che faremo svolgere gli esami nell’aula dedicata a Rita Levi Montalcini e che è stata da poco restaurata, proprio per dare rilevanza a questo importante appuntamento”, spiega la preside. L’esame in generale si svolgerà in presenza nel periodo compreso tra il termine delle lezioni e il 30 giugno. Prevede una prova orale a partire dalla discussione di un elaborato su una tematica che è stata assegnata a ciascun alunno dal Consiglio di classe e verrà trasmesso dagli alunni al Consiglio di classe entro il 7 giugno. L’elaborato consiste in un prodotto originale, coerente con la tematica assegnata dal Consiglio di classe. Potrà essere realizzato sotto forma di testo scritto, presentazione multimediale, filmato, produzione artistica o tecnico-pratica. Coinvolgerà una o più discipline tra quelle previste dal piano di studi. I docenti accompagneranno studentesse e studenti, supportandoli e consigliandoli, nel corso della realizzazione dei loro elaborati. Nel corso della prova orale saranno accertati i livelli di padronanza della lingua italiana, delle competenze logico matematiche, delle competenze nelle lingue straniere e delle competenze in Educazione Civica. La valutazione finale sarà espressa con votazione in decimi. Sarà possibile ottenere la lode. L’ammissione all’esame sarà deliberata dal Consiglio di classe.
    Nel caso di parziale o mancata acquisizione dei livelli di apprendimento in una o più discipline, il Consiglio di classe potrà deliberare, con adeguata motivazione, la non ammissione all’esame. (ANSA).
   

Fonte © Copyright ANSA – Tutti i diritti riservati
© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna