Ucraina: in Turchia muro contro muro a vertice Lavrov-Kuleba

Nessuno passo avanti al trilaterale di Antalya con Cavusoglu

(ANSA-AFP) – MOSCA, 10 MAR – Non ha portato passi in avanti ne alcun avvicinamento sull’Ucraina il vertice e tre ad Antalya, in Turchia, tra i ministri degli Esteri russo Serghei Lavrov, ucraino, Dmytro Kuleba, e turco, Mevlut Cavusoglu.
    “Vogliamo che l’Ucraina sia neutrale – ha detto Lavrov al termine del faccia a faccia – non abbiamo attaccato in Ucraina.
    In Ucraina si è creata una situazione che ha creato una minaccia a Mosca, abbiamo fatto vari appelli ma nessuno ci ha ascoltato”.
    Ad ogni modo, ha chiarito, la Russia vuole continuare il dialogo e “il presidente Putin non ha mai negato contatti”, ma il governo ucraino “continua a sostituire il vero problema con effetti speciali”. Putin, ha detto Lavrov, non rifiuta un incontro con Zelensky, ma il vertice “va preparato”. Secondo Lavrov, in Ucraina “l’operazione militare speciale” di Mosca procede “.secondo i piani”.
    Kuleba ha replicato che l’Ucraina “non si arrenderà” alle forze russe. “Sul cessate il fuoco di 24 ore non abbiamo fatto progressi – ha aggiunto – sembra che ci siano altre persone che decidono su questo in Russia” e anche sull’apertura dei corridoi umanitari da e per Mariupol, “sfortunatamente Lavrov non è stato in condizione di impegnarsi”.
    “Abbiamo sottolineato che non ci dovrebbe essere alcuno ostacolo per aprire corridoi umanitari”, ha affermato il ministro degli Esteri turco Cavusoglu, ospite del trilaterale, durante la conferenza stampa. (ANSA-AFP).
   

Fonte © Copyright ANSA – Tutti i diritti riservati
© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna