torna su
27/05/2019
27/05/2019

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Venezia 75, il Leone d’Oro va a Roma di Alfonso Cuarón. Tutti i vincitori

Coppa Volpi per Olivia Colman e Willem Dafoe, Leone d’Argento a Yorgos Lanthimos per La Favorita e un premio speciale per Jennifer Kent

Avatar
di Chiara Laganà | 2018-09-8 8/09/2018 ore 20:33

Il Leone d’Oro di Venezia 75 va ad Alfonso Cuarón e il suo Roma. Previsioni della vigilia rispettate con i premi divisi fra Roma, Jacques Audiard, Yorgos Lanthimos, Olivia Colman e Willem Dafoe Premiata anche la regista australiana Jennifer Kent.

A pronunciare il nome del vincitore della 75esima edizione della Mostra del Cinema è stato il presidente di Giuria, grande amico e compatriota Guillermo Del Toro. Cinema europeo protagonista anche con la vittoria di Lanthimos e Audiard: al francese è andato il Leone d’Argento per il suo western The Sisters Brothers, mentre al greco è stato consegnato il Gran Premio della Giuria per La Favorita. Rispettati anche i due premi alla miglior interpretazione a Olivia Colman e a Willem Dafoe.

Alfonso Cuarón ha accolto il Leone d’Oro ringraziando in tre lingue, italiano, inglese e spagnolo:

“Questo premio e questo Festival hanno un’importanza incredibile per me. Ringrazio il team per la realizzazione del film. Ringrazio il team di Netflix, a Gabriela Rodríguez, il vostro lavoro si vede in tutte le inquadrature. Questo film è il prodotto dell’immenso amore che provo per te e per il mio paese: il Messico”.

Il regista messicano ha ringraziato Netflix, dove si potrà vedere il suo ultimo capolavoro, e il gigante della TV online porta a casa due premi in quest’edizione del Festival. La Coppa Volpi alla migliore interpretazione maschile è andata a Willem Dafoe per il suo Van Gogh in At Eternity’s Gate di Julian Schnabel, mentre la femminile è andata a Olivia Colman per la sua regina in La Favorita.

“Mi ha toccato l’accoglienza che il film ha ricevuto nella mia patria adottiva, sono venuto la prima volta a Venezia trent’anni fa con Martin Scorsese. Van Gogh, nel nostro film dice, io sono i miei dipinti, Julian Schnabel è il nostro film e voglio ringraziarlo perché mi ha dato la possibilità di essere il suo Vincent”.

L’attrice inglese, che aveva già vinto un Emmy in passato, ha ricevuto la Coppa Volpi per aver interpretato la regina 

“Sono una persona molto emotiva, vi ringrazio, è un onore incredibile. Mi sono dimenticata quello che volevo dire, grazie a Emma, Rachel, Nick, grazie Yorgos per avermi dato questa parte. Grazie al mio agente e a mio marito”.

Olivia Colman ha poi ringraziato in italiano il pubblico di Venezia che l’ha amata nel suo ruolo. Ai fratelli Coen e al loro The Ballad of Buster Scruggs è andato il premio alla miglior sceneggiatura. Il Premio Marcello Mastroianni al miglior attore emergente è andato all’attore indigeno australiano Baykali Ganambaar, protagonista di The Nightingale. La regista protagonista di un’orrenda polemica nei giorni scorsi ha dedicato il suo premio alle donne:

“Vorrei dire a tutte le donne che sognano di fare cinema, fatelo, abbiamo bisogno di voi. La forza femminile è quella più forte che conosco, penso che l’anno prossimo saremo di più”.

Nella sezione Orizzonti, niente da fare per Alessandro Borghi e il suo Stefano Cucchi in Sulla mia pelle, il premio per la miglior interpretazione maschile è andato a Kais Nashif, protagonista di Tel Aviv On Fire. La miglior attrice, invece, è andato a Natalya Kudryashova, l’attrice protagonista di The Man Who Surprised Everyone.

 

Tutti i vincitori

Leone d’Oro – Miglior Film

Roma, Alfonso Cuarón

Gran premio della giuria

Yorgos Lanthimos per La Favorita

Leone d’Argento per la miglior regia

Jacques Audiard per The Sisters Brothers

Premio speciale della Giuria

The Nightingale, Jennifer Kent

Premio alla miglior sceneggiatura

Joel ed Ethan Coen per The Ballad of Buster Scruggs

Coppa Volpi alla miglior interpretazione femminile

Olivia Colman per La Favorita

Coppa Volpi alla miglior interpretazione maschile

Willem Dafoe per At Eternity’s Gate

Premio Marcello Mastroianni al miglior attore emergente

Baykali Ganambaar per The Nightingale, Jennifer Kent

Orizzonti

Miglior cortometraggio

Kado, Aditya Ahmad

Miglior sceneggiatura

Jinpa, Pema Tseden

Miglior interpretazione maschile

Kais Nashif per Tel Aviv On Fire, Sameh Zoabi

 

Miglior interpretazione femminile

Natalya Kudryashova per Tchelovek kotoriji udivii vseh (The Man Who Surprised Everyone), Natasha Merkulove e Aleksey Chupov

Premio speciale della Giuria

Anons, Mahmut Fazul Coşkun

Migliore regia

Ozen – The River, Emir Baigazin

Miglior film

Kraben Rahu (Manta Ray), Phuttiphong Aroonpheng

Premio Opera Prima – Luigi De Laurentiis

Yom Adaatou Zouli (The Day I Lost My Shadow), Soudade Kaadan

Miglior VR Venezia 75

Miglior storia VR
L’Île des Morts, Benjamin Nuel

Migliore Esperienza VR 

Buddy VR, Chuck Chae

Miglior VR Storia immersiva
Spheres, Eliza McNitt

Miglior film restaurato

La Notte di San Lorenzo, Paolo e Vittorio Taviani

Miglior documentario sul cinema

The Great Buster: A Celebration, Peter Bogdanovich

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
736 articoli

Giornalista, Truffaut mi ha fatto innamorare del cinema. Scrivo anche di TV, arte, serie TV, disabilità e musica

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014