Addio a don Sigurani, rettore della basilica di Sant’Eustachio a Roma

Nell’antica Basilica aveva creato un servizio di ospitalità per i poveri e i senzatetto, sfidando anche i malumori di qualche residente. Assessore Roma "Capitale perde un vero amico dei poveri"

Morto questa mattina a Roma, all’età di 86 anni, don Pietro Sigurani, rettore della basilica di Sant’Eustachio, nel cuore del centro storico capitolino, fra il Pantheon e Palazzo Madama. “Ho appreso con dolore della scomparsa di don Pietro Sigurani, rettore della Basilica di Sant’Eustachio. Una vita spesa al servizio dei poveri con amore e determinazione. Nella Basilica aveva dato vita ad una vera mensa che ogni giorno offriva un pasto a circa 120 persone”, ha affermato in una nota l’assessora alle politiche Sociali e alla Salute Barbara Funari.

“Un sacerdote che aveva avviato servizi innovativi e di prossimità sempre aperti a chiunque avesse bisogno, come un centro di ascolto con assistenza legale e una ‘università degli scartati’. Roma perde un vero amico dei poveri, ma la sua testimonianza ci servirà come esempio per lavorare ogni giorno perché nessuno venga escluso e lasciato indietro. Alla famiglia e alla sua comunità parrocchiale le mie più sentite condoglianze”, conclude.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna