Arancia meccanica ad Acilia, rapina e violenza: tre arresti

La vittima è una donna peruviana di 48 anni

I Carabinieri di Ostia hanno arrestato, su disposizione del Gip di Roma, due trentenni ed un 46enne, tutti residenti nella zona dei castelli romani con l’accusa di essere gli autori di una violenta rapina con violenza sessuale consumata ad Acilia la settimana scorsa.

I rapinatori sono riusciti ad introdursi nel corso della notte all’interno dell’abitazione di una 48enne di origine peruviana e, con la minaccia di una pistola, dopo avere immobilizzato la vittima ed averla rapinata del denaro contante presente all’interno della casa, l’hanno malmenata e costretta ad un rapporto sessuale, dandosi poi alla fuga. La donna, che dopo alcune ore è stata soccorsa dal proprio coinquilino, non presente al momento dell’aggressione e rientrato a casa successivamente, è stata medicata presso il Pronto Soccorso dell’ospedale Grassi di Ostia e dimessa con una prognosi di 20 giorni.

Le indagini poste in essere immediatamente dai Carabinieri hanno consentito di risalire ai malviventi che sono stati sottoposti a fermo di iniziato, per “rapina a mano armata, violenza sessuale di gruppo, lesioni personali e porto abusivo di armi”. I malfattori, ai quali in occasione dell’arresto sono stati sequestrati alcuni capi di abbigliamento e l’auto utilizzata nel corso dell’azione, sono stati portati nel carcere di Regina Coeli e di Avellino

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna