Assalto Cgil: al via processo a Roma per Fiore e Castellino

E altri sei. Anpi e sindacato parte civile. La prossima udienza è stata fissata al 28 marzo. 

Si e’ aperto oggi davanti alla prima sezione del tribunale della Capitale il processo per l’assalto alla sede della Cgil in Corso d’Italia, centro di Roma, avvenuto nel corso della manifestazione No-Vax e No-Green pass dello scorso 9 ottobre.

A giudizio, tra gli altri, ci sono Roberto Fiore e Giuliano Castellino, rispettivamente leader nazionale e capo romano di Forza Nuova.

Nell’inchiesta, coordinata dal procuratore aggiunto Michele Prestipino e dalla pm Gianfederica Dito che hanno chiesto e ottenuto il giudizio immediato, vengono contestati, a vario titolo, i reati di devastazione aggravata in concorso, quello, sempre in concorso, di resistenza a pubblico ufficiale pluriaggravata e per Castellino, Fiore e per l’ex Nar Luigi Aronica anche il reato di istigazione a delinquere.

Cinque degli imputati hanno invece optato per il giudizio abbreviato fissato per il 21 marzo davanti al gup: tra questi c’e’ anche Fabio Corradetti, figlio della compagna di Castellino, leader romano del movimento di estrema destra.

L’Anpi e la Cgil chiederanno di costituirsi come parte civile nel processo in corso.

Nel corso dell’udienza odierna l’imputato Massimiliano Petri ha chiesto e ottenuto di essere giudicato con il rito abbreviato come avevano gia’ richiesto 5 imputati – l’udienza davanti davanti gup e’ fissata al 21 marzo prossimo – tra questi c’e’ anche Fabio Corradetti, figlio della compagna di Castellino, leader romano del movimento di estrema destra.

Secondo quanto si apprende, tra i testimoni che compaiono nelle liste depositate dalle parti anche la ministra dell’Interno Luciana Lamorgese, il parlamentare Vittorio Sgarbi, e il segretario generale della Cgil Maurizio Landini. Domani intanto l’avvocato Carlo Taormina, difensore di Fiore, depositera’ al Riesame un documento nel quale viene attestato che sono stati raccolti 12mila euro a titolo di risarcimento per i danni causati nel blitz di ottobre scorso.

La prossima udienza e’ stata fissata al 28 marzo.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna