Atac, da ieri disattivata (per un po’ di giorni) la geolocalizzazione dei bus

L’annuncio di Roma Mobilità: la causa è un aggiornamento congiunto dei propri sistemi

Brutte notizie le migliaia di romani che ogni giorno utilizzano l’autobus per raggiungere il proprio posto di lavoro. Da ieri sera – e fino al 3 novembre – è stato disattivato il servizio di geolocalizzazione dei mezzi pubblici. In poche parole, non sarà possibile controllare l’arrivo di un autobus attraverso le app del proprio smartphone: né quelle ufficiali di Atac e di Roma Mobilità, né quelle di soggetti privati, tipo Moovit.

A darne conto è stata la stessa Roma Mobilità, che dai suoi profili ha annunciato via social la notizia:

“Per risolvere alcuni dei problemi legati alle info sui tempi di attesa alle fermate, Roma Mobilità e #ATAC hanno pianificato un aggiornamento congiunto dei propri sistemi. A partire da giovedì 29/10 e fino a martedì 3/11 i nostri #opendata non saranno accessibili – spiega RM in un tweet – per questo motivo, a partire da giovedì sera, non potremo fornire informazioni sui tempi di attesa alla fermata tramite 0657003, app, siti e social. Allo stesso modo non funzioneranno anche le app ed i siti che utilizzano i nostri dati”.

Saranno giorni complicati, dunque, per prendere un bus nella Capitale: invece dell’ausilio della tecnologia, bisognerà armarsi di pazienza – e di fortuna –, andare alla fermata e sperare che il mezzo non arrivi dopo troppo tempo.

 

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna