Ballottaggi 9 giugno: duelli fra centrodestra e centrosinistra

Attesa per i risultati  nella maggior parte dei comuni con più di 15.000 abitanti, da Ciampino a Civitavecchia. Già estromesso il M5S

Domenica 26 maggio non si e’ votato solo per le europee, ma anche per il rinnovo di molte amministrazioni comunali. Nel Lazio erano interessati 153 Comuni con oltre mezzo milione di cittadini e di questi 10 con popolazione superiore ai 15 mila abitanti, sei in provincia di Roma (Ciampino, Civitavecchia, Monterotondo, Nettuno, Palestrina, Tivoli), due in provincia di Frosinone (Cassino e Veroli) e due in quella di Viterbo (Civita Castellana e Tarquinia).

Di questi dieci comuni, solo uno, Veroli, ha gia’ il suo sindaco, Simone Cretano, centrosinistra, che ha ottenuto al primo turno la fascia tricolore con il 58,85 per cento dei voti. Negli altri nove si andra’ al ballottaggio in programma domenica prossima 9 giugno.

In quasi tutti i comuni interessati il “duello” riguardera’ candidati del centrodestra e del centrosinistra. Il M5S, infatti, che pure aveva amministrato due centri importanti come Civitavecchia e Nettuno, e’ stato estromesso dal voto degli elettori dai ballottaggi, a testimonianza di una crisi che attanaglia i pentastellati a solo un anno dalla travolgente vittoria nelle politiche dello scorso anno.

Due le eccezioni al confronto classico tra centrodestra e centrosinistra: Tivoli e Tarquinia. Nel primo gli elettori dovranno scegliere tra il “civico” Giuseppe Proietti (45,27% al primo turno) ed il leghista Vincenzo Tropiano (24,33%), sostenuto dal centrodestra. Nel centro del viterbese, invece, il confronto e’ tutto interno al centrodestra: Alessandro Giulivi, della Lega, contro Gianni Moscherini di FdI . L’esponente sostenuto dal Carroccio parte da un risultato superiore al 33 per cento ottenuto il 26 maggio mentre il rappresentante di Giorgia Meloni corre distanziato di quasi nove punti (24,16%).

Per cio’ che concerne gli altri comuni, questa una breve panoramica: a Ciampino il ballottaggio interessera’ Giorgio Balzoni, centrosinistra (35,26%) e Daniela Ballico, centrodestra (33,12%); a Civitavecchia parte in netto vantaggio Ernesto Tedesco (quasi al 49 per cento), centrodestra, contro Carlo Tarantino, centrosinistra (22%); a Monterotondo il duello e’ tra Riccardo Varone, c.s. (34,5%) e Simone Di Ventura, c.d. (37,1%); a Nettuno troviamo Alessandro Coppola, centrodestra (41 per cento) e Waldemaro Marchiafava (24,8); a Palestrina, e chiudiamo con  la provincia di Roma, si confronteranno Manuel Magliocchetti, centrosinistra (41%), e Mario Moretti, centrodestra (30 per cento).

Nel frusinate, a Cassino sono quasi appaiati Mario Abbruzzese (30,78) centrodestra, e Enzo Salera (29,24) centrosinistra. Infine, a Civita Castellana, nel viterbese, Franco Caprioli, della Lega, sopravanza di gran lunga Antonio Zezza, centrosinistra. Al primo turno 45,38% contro il 20,59%.
Un’ultima annotazione. La Lega di Matteo Salvini sta crescendo, e molto, non solo a Roma, ma in tutto il Lazio, come ha dimostrato non solo il voto europeo, ma anche quello amministrativo.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna