Blitz nel canile degli orrori a Roma Nord, denunciato titolare

All'interno c'erano oltre 100 cani da caccia e non solo, costretti all'interno di gabbie di ridotte dimensioni, spesso con cuccioli; i cani liberi avevano come cuccia bidoni di oli esausti o di legno marcio.

Le guardie zoofile di “Fare Ambiente”, coadiuvate dall’Associazione “Pegasus”, si sono imbattute in un canile abusivo situato a Nord di Roma.

All’interno c’erano oltre 100 cani da caccia e non solo, costretti all’interno di gabbie di ridotte dimensioni, spesso con cuccioli; i cani liberi avevano come cuccia bidoni di oli esausti o di legno marcio. Per cibo, poltiglia e acqua stantia.

Con la consulenza giuridica e operativa degli esperti di zoo criminalita’ di “Stop Animal Crimes Italia”, la polizia giudiziaria ha trasmesso gli atti alla Procura di Roma e il cacciatore e’ stato denunciato per i reati di maltrattamento animali, esercizio abusivo di professione e violazione alle norme sugli impianti adibiti ad allevamento e inquinamento. La Polizia di Stato, presente all’operazione, poco tempo fa aveva sequestrato le armi al cacciatore, un 70enne di Salerno.

“Realta’ come queste sono molto diffuse in tutta la campagna romana e in generale in tutta Italia – spiegano da Stop animal crimes Italia – dove l’assenza di idonei e approfonditi controlli da parte delle Autorita’ sanitarie ufficiali e spesso le connivenze locali, danno vita a sacche di territori dove la legalita’ e’ una chimera e dove milioni di animali (da compagnia o da reddito) sono quotidiane vittime della crudelta’ umana, con allevamenti o canili abusivi, stalle dove pecore o vacche vengono macellate abusivamente e altri animali detenuti illegalmente. Auspichiamo nella sensibilita’ della Magistratura, affinche’ tali soggetti vengano perseguiti pesantemente, al fine di evitare se la possano cavare col pagamento di sanzioni pecuniarie e riprendere indisturbatamente le attivita’ illecite”.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna