Campidoglio: presidente Aula Marcello De Vito lascia M5s

da 28 a 23 i consiglieri di maggioranza in 5 anni

Marcello De Vito

Lascia il Movimento 5 stelle anche il presidente dell’Assemblea capitolina, Marcello De Vito. Con la sua fuoriuscita dal gruppo consiliare di maggioranza sono, a oggi, sette quelli che hanno salutato il M5s e sono passati ad altri gruppi in cinque anni d’amministrazione della sindaca Virginia Raggi.

In Aula Giulio Cesare nel 2016 c’erano 28 consiglieri del M5s, oggi ne restano 23, piu’ la sindaca Virginia Raggi, (quindi 24 formalmente) contro i 25 delle opposizioni. Gli atti che andranno al voto in Assemblea capitolina, da qui alle prossime elezioni amministrative, sono tutti in salita. Inoltre nella maggioranza i quattro consiglieri contrari alle modalita’ con cui Raggi ha annunciato la sua ricandidatura (Enrico Stefa’no, Angelo Sturni, Donatella Iorio, Marco Terranova), con un voto difforme dal gruppo M5s, possono ribaltare le votazioni in Assemblea capitolina.

L’assottigliamento della maggioranza M5s del Campidoglio e’ iniziata nel 2018. La prima a uscire, perche’ espulsa per le sue posizioni sullo stadio dell’As Roma, e’ stata Cristina Grancio, oggi entrata nel Partito socialista italiano: Grancio correra’ ora alle primarie del centrosinistra per la scelta del sindaco. Nel 2020 e’ stata la volta dell’espulsione dal gruppo di Monica Montella, le cui posizioni su piu’ temi sono state ritenute in contrasto con la linea della maggioranza. Montella, dal canto suo – cosi’ come il presidente dell’Aula De Vito -, ha lamentato piu’ volte l’esistenza di un procedimento di espulsione nei suoi confronti da parte del M5s, mai formalizzatosi.

A febbraio del 2021, dopo lo scontro tra i sindacati e l’assessore al bilancio in merito ai fondi destinati alle Politiche sociali nel documento previsionale del Campidoglio per il triennio successivo, ha detto addio spontaneamente al gruppo Agnese Catini. Catini, passata a Revoluzione civica di Monica Lozzi e’ rimasta presidente della commissione Affari sociali capitolina, oggi siede nel Misto poiche’ la lista a cui ha aderito non era presente alle elezioni amministrative del 2016.

Poche settimane dopo, tra marzo e aprile, hanno lasciato il M5s capitolino anche Simona Ficcardi e Gemma Guerrini. La prima, in rotta di collisione con la sindaca Raggi gia’ dal 2019 sul tema della discarica e della gestione dei rifiuti, ha aderito ai Verdi portando il partito tra gli scranni dell’Assemblea capitolina; la seconda e’ invece restata al gruppo Misto che oggi e’ composto da lei, Montella e Catini. Marcello De Vito nel salutare il M5s con un post su Facebook, oggi ha assicurato che rimarra’ alla guida dell’Aula Giulio Cesare fino a termine mandato. Per ora, salvo adesioni ad altri partiti dell’ultim’ora, andra’ automaticamente al gruppo Misto. Attualmente, tra i ruoli istituzionali in Campidoglio, dunque non sono piu’ sotto il controllo del M5s: la presidenza dell’Assemblea capitolina (De Vito), la presidenza della commissione Affari sociali (Catini), la presidenza della commissione Pari opportunita’ (Guerrini). Sono guidate da due della cosiddetta “fronda M5s” le commissioni Mobilita’ (Stefa’no) e Innovazione tecnologica (Sturni).

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna