Campidoglio, rischio crisi Lazio per stop discarica

"Il 31 marzo chiude sito di Roccasecca, Regione intervenga"

“L’annuncio della chiusura della discarica di Roccasecca, in provincia di Frosinone, rischia di provocare una crisi dei rifiuti in tutto il Lazio. Proprietaria dell’impianto è la società Mad, il cui titolare Valter Lozza è stato arrestato insieme alla responsabile della direzione rifiuti della Regione Lazio, Flaminia Tosini. Come conseguenza, Mad ha annunciato che chiuderà i battenti il 31 marzo”. È l’allarme lanciato su fb dall’assessore ai rifiuti di Roma Katia Ziantoni.

“Non solo: il sindaco di Roccasecca ha chiesto formalmente di interrompere le procedure per l’ampliamento della discarica, finite al centro dell’inchiesta giudiziaria insieme a quelle per la realizzazione di un’altra discarica a Monte Carnevale. Questa situazione si ripercuoterà sulla raccolta dei rifiuti in tutti le città del Lazio, perché a partire dal 1 aprile la discarica di Roccasecca non riceverà più gli scarti provenienti dagli impianti di trattamento dislocati nelle province di Roma, Latina e Frosinone, che quindi a loro volta potranno accogliere meno rifiuti provenienti dai Comuni. Abbiamo chiesto alla Regione Lazio di intervenire prontamente per trovare una soluzione ai problemi di smaltimento ed evitare una crisi a livello regionale”, conclude.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna