Carrà, oggi i funerali a Roma

Il Comune ha allestito in piazza del Campidoglio un maxischermo per seguire le esequie in diretta dalle ore 12. La camera ardente in Sala della Protomoteca resterà aperta fino alle ore 11

photo credit: Vladimir Luxuria

Oggi a Roma si terranno i funerali di Raffaella Carrà nella chiesa di Santa Maria in Ara Coeli. Il Comune ha allestito in piazza del Campidoglio un maxischermo per seguire le esequie in diretta dalle ore 12.  La camera ardente in Sala della Protomoteca resterà aperta dalle ore 8 alle 11.

Il Campidoglio ricorda a tutti i partecipanti di attenersi a quanto disposto dalla vigente normativa contenente misure riguardanti il contrasto e il contenimento sull’intero territorio nazionale del diffondersi del Coronavirus, e di indossare mascherine chirurgiche o Ffp2.

Lunga fila e commozione alla camera ardente

Fiorello, Renato Zero, Loretta Goggi, arrivata insieme alla sorella Daniela, Leonardo Pieraccioni e Vincenzo Salemme sono fra i volti noti, tutti molto commossi, che ieri hanno reso omaggio a Raffaella Carrà alla riapertura della Camera Ardente al Campidoglio.

Fiorello, entrato da un ingresso laterale (preferito da molti personaggi rispetto all’ingresso principale, per evitare i giornalisti) insieme alla moglie Susanna e a Pino Strabioli, si è inginocchiato davanti al feretro ed è rimasto a lungo a parlare con Sergio Japino e gli altri famigliari. Tra i primi ad arrivare, nel pomeriggio Renato Zero, che, dopo essere stato in raccoglimento in ginocchio, ha mandato un bacio verso il feretro. Molto emozionati anche Leonardo Pieraccioni, le sorelle Goggi e Vincenzo Salemme.

“Quando ho fatto il mio primo film nel ’99 sono stato suo ospite e mi trattava come fossi importante – ha ricordato l’attore e regista napoletano -. Era una donna molto semplice buona e perbene poi era un’artista magnifica”.

La fila di persone in attesa per rendere omaggio all’artista e conduttrice arrivava quasi in fondo alla scalinata di accesso a Piazza del Campidoglio. Intanto nella sala della Protomoteca continuano ad aumentare gli omaggi floreali, dominati dal bianco e il giallo (il colore preferito).

Dalle corone, come quella inviata dalla Juventus, squadra del cuore della Carrà a quelli di tanti fans, venuti a renderle omaggio. C’è anche chi ha lasciato messaggi, lettere, disegni, un cuore rosso e una busta di patatine. Tra le prime in fila c’era l’88enne Emma, calabrese, che vive da quasi 70 anni a Roma: “Solo per Raffaella potevo fare questa fila. La amavo, non ci sarà più nessuno come lei”.

“Era la stella delle stelle, non la dimenticheremo mai”. Lo dice Valeria Marini che in serata porta un bouquet di rose gialle alla camera ardente per Raffaella Carrà in Campidoglio. Mentre sullo schermo scorrono le immagini di alcune delle memorabili performance dell’artista e conduttrice, da quelle con Mina a Milleluci alle coreografie ispirate dai musical di Andrew Lloyd Webber e Bob Fosse o dalle musiche dei Beatles continua ininterrotta la fila di persone venute a rendere omaggio. E sono diventati un mare anche gli omaggi floreali, costantemente ridistribuiti intorno al feretro per evitare venga ricoperto. Tra le corone, spicca anche il grande cuore di rosse rosse di Sergio Japino, rimasto per gran parte della giornata. C’è anche Barbara Boncompagni (la maggiore delle tre figlie di Gianni Boncompagni, che Raffaella Carrà ha cresciuto): al suo arrivo si mette in raccoglimento inginocchiandosi e tenendo le mani sul feretro, prima di unirsi agli altri famigliari. Fra gli altri volti noti arrivati in serata, Alberto Matano e lo scenografo Gaetano Castelli.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna