Casa donne: firme petizione in Comune, “ora risposte”

Oggi alle 13 in Consiglio Comunale arriveranno le 45mila firme della petizione #lacasasiamotutte “per sollecitare una soluzione giusta e condivisa".

Oggi alle 13 in Consiglio Comunale arriveranno le 45mila firme della petizione #lacasasiamotutte “per sollecitare una soluzione giusta e condivisa”. Lo annunciano dalla Casa internazionale delle donne di Roma.

“Da mesi sulla Casa Internazionale delle Donne pesa la minaccia dello sfratto e della chiusura – spiegano – Da mesi abbiamo presentato alla Giunta comunale le proposte per risolvere il problema. Da mesi la Giunta comunale risponde con il silenzio. Il confronto, iniziato mesi fa, e’ stato sospeso senza alcuna motivazione. L’unica interruzione del silenzio di Roma Capitale e’ stata una relazione della Presidente delle Elette incompleta, burocratica e sbagliata.

Tutti concordano sul fatto che la Casa Internazionale delle Donne svolga nella citta’ una funzione preziosa, sia da trenta anni il luogo della politica e della cultura femminile e femminista, faccia vivere, mantenga aperto e fruibile un complesso architettonico del ‘600, fornisca consulenza, sostegno, aiuto contro la violenza e le discriminazioni di genere, senza aver mai ricevuto contributi pubblici per la gestione, senza nessun onere per l’amministrazione, a parte la mancata entrata di una parte di un canone che da anni abbiamo chiesto di cambiare perche’ assolutamente insostenibile”.

“Questa funzione pubblica che la Casa svolge, come tanti altri luoghi della citta’, deve essere finalmente riconosciuta, difesa e valorizzata – aggiungono dalla Casa – Noi vogliamo una risposta. Vogliamo che la Casa Internazionale delle donne e tutti gli altri luoghi sociali, siano messi in sicurezza e possano continuare il loro lavoro a servizio della citta’.
Noi non ci arrendiamo alla politica del rinvio e del silenzio e rilanciamo la mobilitazione. Decine di migliaia di donne e di uomini hanno gia’ firmato a sostegno della Casa”.

Approfondimento nel dossier

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna